Sonni tranquilli per la capolista irraggiungibile. Gioie e meriti condivisi da tutti e un Pjanic che supera se stesso

di Redazione, @forzaroma

(di Guendalina Galdi) Un’altra notte da prima. Chi prima, chi dopo, con la luna o le prime luci del sole, tutti vanno a dormire. Ma tutti i romanisti hanno una cosa in comune: si addormentano da primi in classifica e si risveglieranno tali. E’ successo la notte scorsa, succederà questa, e così domani e il giorno dopo ancora e ancora. Fino a quando non è dato saperlo, ed il problema non si pone perchè questa domanda non verrà formulata da nessuno.

Come nessuno può levare alla Roma il primato che ha consolidato in queste otto giornate di campionato, qualsiasi risultato maturi domani tra Fiorentina e Juventus.

 

I meriti vengono spartiti tra tutti gli artefici di questa impresa: dai calciatori, quelli confermati e quelli ritrovati, all’allenatore, che ha dato prima di tutto armonia e serenità, alla società e ai tifosi, che come ha detto Pallotta “loro ci sono sempre stati, loro sono i migliori del mondo”.

 

 

I NUMERI DI PJANIC – Di numeri, intesi come giocate, Miralem Pjanic ne offre sempre in grande quantità in ogni partita. Ora, complice l’ottimo momento della Roma, stanno diventando sempre più interessanti i numeri che emergono dalle statistiche legate al rendimento, alle presenze e ai gol realizzati dal bosniaco in questo avvio di stagione. Inevitabilmente il discorso viene allargato anche alle due stagioni precedenti, con i paragoni che ne conseguono. Quella realizzata contro il Napoli è stata per Pjanic la prima doppietta in Serie A, e proprio grazie alle due reti di ieri sera il centrocampista ha raggiunto il suo personale record di gol in stagione. Un altro dato legato al bosniaco: delle dieci reti totali segnate con la maglia della Roma, solo una è stata realizzata in trasferta. Per un talento di tale portata sembra comunque riduttivo dire che si esalti più davanti al pubblico di casa che in trasferta. Allora aspettiamo che il dato cambi e diciamo che Pjanic ha un’altra statistica da ribaltare ed un altro record da inseguire.

 

 

LE PAROLE DEGLI ALTRI – Quelle di Petkovic e Mazzarri che la Roma l’hanno affontata e sotto i colpi di questa sono caduti. L’allenatore biancoceleste da Formello ha detto: Ognuno deve guardare al proprio orticello. Alla Roma va tutto bene e gira tutto nel verso giusto. Complimenti per quello che stanno facendo, non è semplice”. Mazzarri invece lascia meno spazio alla fortuna e si concentra di più sulle doti tecniche della squadra di Garcia. “E’ una squadra solida, esperta, con giocatori di comprovata esperienza. Hanno tutto per arrivare alla fine” ha dichiarato Mazzarri. Fa eco all’allenatore dell’Inter Conte che rivolge i suoi complimenti alla Roma: “Stanno viaggiando a ritmi straordinari e strepitosi, la partita di ieri deve far aprire gli occhi a chi li ha ancora chiusi, socchiusi”.

Ma non solo Italia. Le imprese giallorosse continuano a rimbalzare per tutto il continente, dall’Inghilterra, alla Spagna, alla Francia. In diverse lingue esperti ed appassionati di calcio non possono fare a meno di commentare, riportare e diffondere quanto sta accadendo nel campionato italiano, e come questa ‘macchina vincente’ chiamata Roma continui il suo grande inizio di stagione. Usando parole di Rudi Garcia: “Speriamo che questi complimenti siano ancora di attualità a fine stagione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy