Scontri Liverpool, Lombardi ammette i disordini ma non l’aggressione a Cox. Il 10 ottobre il processo

Scontri Liverpool, Lombardi ammette i disordini ma non l’aggressione a Cox. Il 10 ottobre il processo

Il ventunenne ascoltato in udienza preliminare ha negato il coinvolgimento nel pestaggio al tifoso irlandese uscito dal coma lo scorso 14 luglio

di Redazione, @forzaroma

Filippo Lombardi resta in carcere fino al processo previsto il prossimo 10 ottobre. Intanto però il tifoso della Roma nell’udienza preliminare di due giorni fa ha ammesso di aver partecipato ai violenti disordini per le strade di Liverpool, prima del match della semifinale di Champions League contro la Roma, lo scorso 24 aprile.

Il ventunenne però – come riporta liverpoolecho – ha ribadito al Preston Crown Court di non aver aggredito il tifoso del Liverpool Sean Cox, uscito dal coma lo scorso 14 luglio ma ancora in gravi condizioni. Al contrario dell’altro romano arrestato Daniele Sciusco, condannato a due anni e mezzo di carcere, bisognerà aspettare il processo del 10 ottobre per la sentenza definitiva di Lombardi. Intanto il giudice di Preston Mark Brown ha rinviato a giudizio in custodia cautelare il tifoso della Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy