Sabatini: “Ilicic ? un giocatore da grande squadra. Miccoli ha qualit? che ho visto solo in Totti”

di finconsadmin

Lunga intervista rilasciata da Sabatini ai microfoni di mediagol, portale vicino al Palermo Calcio di Zamparini. L’attuale dirigente della Roma, ed ex rosanero, si esprime cos?: “Il dialogo tra me e Zamparini ? pi? sereno adesso rispetto a quando lavoravamo insieme? E? ovvio che quando ognuno va per la sua strada non ci sono pi? motivi di conflitto. Il nostro rapporto ? di grande rispetto e di gratitudine. Il presidente mi ha permesso di lavorare bene, di fare le cose che volevo, mi ha dato la facolt? di fare le cose che ho fatto. Il Palermo non mi ? mai sembrata una squadra cos? modesta da essere ultima in classifica[…]”.

 

Bastava ritoccare la squadra della finale per fare altri discorsi? Non voglio fare dietrologia, n? per il Palermo, n? per la mia squadra. Nel calcio bisogna godere di quello che si fa quando si verifica, un momento dopo ? gi? troppo tardi. Se si ragiona cos? si fa solo un esercizio inutile. Sono riflessioni che dovr? fare la societ?, che dovr? fare Zamparini per ricostruire silenziosamente. A Palermo c?? Giorgio Perinetti che ha una sensibilit? calcistica, una conoscenza, una capacit? di traduzione di tutte le questioni calcistiche e ambientali fuori dal normale. Pensate che quando avevo 21 anni e sono andato a giocare a Roma il primo dirigente che ho trovato ? stato Giorgio Perinetti. Pensate che esperienza pu? avere

 

Schierare titolari dei giovani come Morganella e Garcia ? stato un azzardo? Mi assumo tutte le responsabilit? di quelle scelte, penso siano due buoni calciatori. Non hanno fatto benissimo quest?anno, anche se io li ho anche visti giocare molto bene. Per? in queste stagioni gli errori sono a catena, se non li fa Morganella li fa Von Bergen, se no li fa qualcun altro. Non penso che si possa buttare la croce addosso a Morganella e Garcia. Poi tre anni fa erano dei ragazzi presi per star dietro a Cassani e Balzaretti”.

 

?Miccoli ha parlato bene di me? Quando un ragazzo che hai avuto parla cos? ? un motivo di orgoglio. Lui ? la storia recente del Palermo, ogni volta che il Palermo ha compiuto imprese c?era il suo zampino. E?talmente dotato dal punto di vista tecnico che nella mia carriera ho visto solamente Totti. Mi auguro possa concludere la sua carriera nel Palermo, magari con una risalita in Serie A, gli auguro questo?.

 

Ilicic? Per qualit? intrinseche, sia atletiche che tecniche, ? un giocatore di primissimo livello e da grande squadra. E? stato coinvolto in questa stagione discendente. Non si pu? mettere il singolo sul banco degli imputati. Il Palermo ? stato vittima di un sentimento, di una annata disgraziatissima, non vanno ricercate le colpe nei singoli individui. Sono situazioni che il calcio prevede e che si concretizzano a volte”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy