Coric e quella paura di fare un tunnel a De Rossi – VIDEO

Dopo la confessione di Strootman nella conferenza di ieri, ecco il retroscena: è il capitano il giocatore che poteva essere “vittima” di Ante. Il croato elogia il numero 16 dal primo giorno: “Mi aiuta tantissimo, è una grandissima persona”

di Redazione, @forzaroma

SAN DIEGO – “Ieri Coric voleva fare un tunnel ad un giocatore con più esperienza, mi ha confidato che poi ha avuto paura”, parola di Kevin Strootman in conferenza alla vigilia della sfida contro il Tottenham. Da ieri tutti i tifosi giallorossi si chiedono chi sia questo “giocatore con più esperienza” che ha evitato una brutta figura in allenamento da parte del nuovo arrivato. La risposta è semplice: “Il più anziano del gruppo”, ovvero capitan Daniele De Rossi.

Da subito Coric ha elogiato il numero 16, che proprio ieri ha festeggiato il suo 35esimo compleanno con i compagni nel ritiro di San Diego. Nel suo primo giorno di allenamenti a Trigoria, Ante si è ritrovato davanti due nuovi compagni: il quasi coetaneo William Bianda e proprio lui, Daniele De Rossi. “È sicuramente molto importante averlo incontrato subito, è il capitano della squadra – ha dichiarato il croato nella conferenza di presentazione – Quando l’ho conosciuto sono stato davvero molto felice. Da lui possiamo imparare sia dal punto di vista caratteriale che calcistico”. Pochi giorni dopo, altro elogio di Coric per il capitano: “Oltre ad essere il calciatore straordinario che tutti conosciamo, Daniele è una grandissima persona. Colgo l’occasione per ringraziarlo perché non manca mai di avere attenzione nei miei riguardi, chiedendomi se sto bene”. Un feeling nato sin da subito, anche grazie al riguardo che De Rossi ha nei confronti dei più giovani. “Anche in un semplice contrasto in allenamento non bisognerebbe guardare in faccia a nessuno, ma bisogna stare attenti a chi si ha davanti – ha confessato Daniele pochi giorni fa a Trigoria – anche a una parola detta a un compagno di 25 anni, bisogna dirla in maniera diversa a un ragazzo più giovane”. E se il ragazzo più giovane in questione è anche umile e talentuoso come Coric, il tunnel al capitano 35enne è assolutamente da evitare. Per rispetto, ma anche per un po’ di sana paura.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy