Roma, ti (ri)tocca Iturbe. Gioca poco, a giugno lascerà la Premier

Nel Bournemouth il paraguaiano ha disputato solo due partite, quindi per gli inglesi non scatterà l’obbligo di acquisto. A fine campionato tornerà nella capitale e Pallotta dovrà rinunciare ai 18 milioni (presunti) che avrebbe incassato con la cessione dell’attaccante

di Redazione, @forzaroma

Ancora nessuna comunicazione ufficiale, ma non ce ne sarà bisogno: Juan Manuel Iturbe non può più essere riscattato automaticamente dal Bournemouth.

Il club inglese doveva necessariamente salvarsi e l’attaccante avrebbe dovuto collezionare almeno dieci presenze per far scattare l’obbligo di acquisto dell’attaccante preso in prestito dalla Roma. Ma dopo esser rimasto a guardare dalla panchina o dalla tribuna le ultime 5 partite di Premier League, anche se l’esterno paraguaiano dovesse disputare le prossime sette gare, non arriverebbe al quorum necessario per il riscatto obbligato. Come rivela Chiara Zucchelli sulla Gazzetta dello Sport, nel mese di giugno l’attaccante tornerà nella Capitale e sarà Luciano Spalletti a decidere che cosa farne: provare a rivitalizzarlo, dopo due anni con tantissime ombre e poche luci oppure mandarlo via, forse definitivamente col grande rischio di minusvalenza.

“Per adesso penso solo a godermi questa convocazione e a giocare a calcio, che è la cosa che mi rende più felice”, le parole di Iturbe direttamente dal ritiro del Paraguay. “Non sarà facile per me, ma devo guardare avanti, anche se non so dire che cosa mi riserverà il futuro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy