news as roma

Roma, rifinitura sotto la pioggia: out Pellegrini

Getty Images

Contro i norvegesi Mourinho dovrebbe schierare i soliti noti. Out per problemi fisici Pellegrini e Smalling, oltre alla lista di 'epurati'

Valerio Salviani

Domani sera la Roma giocherà la quarta partita del girone di Conference League contro il Bodo Glimt. Dopo la brutta figura dell'andata, la squadra di Mourinho cercherà di ritornare in testa al girone C. Non convocato per motivi fisici, Lorenzo Pellegrini: il capitano della Roma ha un'infiammazione al ginocchio che lo costringerà a saltare la partita di domani.

L'allenamento

10.45 - Finisce la parte riservata ai media del riscaldamento

10.44 - Si passa ora ai torelli, con due gruppi da cinque. Mourinho chiede ai collaboratori quanto manca per terminare la parte riservata ai media del riscaldamento

10.43 - È stata effettuata una divisione in gruppi: tre di questi fanno gli scatti tra gli ostacoli.

10.40 - Continua la fase di attivazione sotto lo sguardo attento di José Mourinho

10.35 - Il preparatore Stefano Rapetti guida il riscaldamento facendo eseguire brevi scatti di attivazione. Dei ragazzi della primavera è presente Filippo Missori

10.32 - Comincia il riscaldamento con una corsetta sui 15 metri

10.30 - Non sono presenti Lorenzo Pellegrini, Chris Smalling e Leonardo Spinazzola

10.28 - La squadra scende in campo. Mourinho il primo a sistemare le sagome sotto l'acqua

Le probabili formazioni di Roma-Bodo Glimt

ROMA (4-2-3-1): 1 Rui Patricio; 2 Karsdorp, 23 Mancini, 3 Ibanez, 5 Vina; 4 Cristante, 17 Veretout; 22 Zaniolo, 77 Mkhitaryan, 92 El Shaarawy; 9 Abraham. All.: Mourinho.

Bodo Glimt (4-3-3): 12 Haikin; 3 Sampsted, 18 Moe, 2 Lode, 5 Bjorkan; 19 Fet, 7 Berg, 16 Konradsen; 9 Solbakken, 20 Botheim, 11 Pellegrino. All.: Kjetil Knutsen.

Gli indisponibili

Fuori dai convocati Lorenzo Pellegrini e Chris Smalling. I due sono alle prese con problemi fisici: il primo ha un'infiammazione al ginocchio maturata durante la partita contro il Milan; il secondo continua a non recuperare dal fastidio al flessore. A loro si aggiungono, non per problemi di infortuni ma per scelta tecnica, gli epurati Villar, Diawara, Mayoral e Reynolds.