Roma, ottavi di Champions più vicini. 3 a 2 al Bayer, ma che paura! – FOTO

Roma in vantaggio nel primo tempo con i gol di Salah Dzeko. Durante i primi minuti della ripresa il Bayer pareggia. Cala il gelo all’Olimpico ma un rigore per fallo su Salah trasformato da Pjanic alimenta le speranze del passaggio agli ottavi di Champions

di Marco Cantagalli, @CantagalliMarco

Una Roma che assomiglia sempre più al romanzo di Stevenson, lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde. Primo tempo che rasenta la perfezione, cinica e bella da vedere. Black-out totale nei primi 20 minuti del secondo tempo. Incubi e silenzio allo stadio Olimpico, poi il miracolo. O meglio, la reazione. Pjanic dal dischetto segna il 3-2 sotto la Curva Sud e scaccia via paure e brutti pensieri.

PRIMO TEMPO – Rudi Garcia riporta Florenzi in difesa e recupera pienamente Daniele De Rossi, che viene schierato dal primo minuto. Per il resto nessuna modifica nella formazione titolare rispetto alla trasferta di San Siro: in porta il solito Szczesny, Manolas-Rudiger al centro e Digne-Florenzi sulle fasce. In mezzo, oltre a De Rossi, spazio a Pjanic e Nainggolan. Salah e Gervinho pronti a scatenarsi dietro a Dzeko. Dall’altra parte Roger Schmidt passa al 4-4-2, con Kießling a fare coppia con Chicharito Hernandez. Il tecnico tedesco sceglie un modulo prudente, pronto a tutto per portare a casa un punto.

Inizio travolgente della Roma. Non passano nemmeno 120 secondi e la squadra giallorossa passa in vantaggio. Dai e vai tra Dzeko e Salah che, entrato in area dopo una lunga sgaloppata, beffa Leno. Esplode l’Olimpico. La Roma continua a macinare gioco, il Bayer Leverkusen sembra aver accusato il colpo. Gervinho e Salah in grande spolvero, i difensori avversari non riescono a stargli dietro. Roma sempre padrona del campo, a più riprese va vicina al raddoppio. Salah sgaloppa da una fascia all’altra, e sempre riesce a dribblare la retroguardia del Bayer. Non si accontenta e alla fine viene premiata: Nainggolan lancia Dzeko e stavolta il bosniaco non sbaglia. L’ex-City a tu per tu con Leno scaglia un piattone di destro che si insacca nell’angolino. Dopo nemmeno 30 minuti la Roma è sopra di due reti, ma non sembra sazia. Praterie clamorose per la banda di Garcia. Le ali romaniste continuano a beffare la difesa tedesca con continue ripartenze, Salah e Dzeko si divorano due gol clamorosi. Garcia è orgoglioso dei suoi, ma c’è ancora un tempo da giocare.

SECONDO TEMPO – Inizio shock per la Roma. La squadra giallorossa sembra essere rimasta negli spogliatoi. Dopo una manciata di secondi subisce il 2-1. Mehmedi scaglia una saetta servito da un passaggio filtrante del neo-entrato Bellarabi. Cala il silenzio allo stadio Olimpico. Rudi Garcia incita i suoi uomini che sembrano aver accusato il colpo a livello psicologico. Tornano i demoni di Leverkusen nelle facce dei giocatori. Ora il Leverkusen ci crede, eccome. Colpita a freddo la Roma non reagisce, alla deriva. Passano 5 minuti e il Bayer incredibilmente pareggia. Chicarito Hernandez, protagonista all’andata con una doppietta, trova ancora un gol con un bel destro in diagonale. Szczesny non può nulla. Sembra un game-over per la Roma. Ma come spesso accade nella sua storia, proprio quanto tutto sembra perso, si rialza. Incredibilmente. Ricomincia a giocare, poco a poco. Ricomincia a spingere, solo nervi in campo. Reazione schizofrenica e incomprensibile. Dopo il black-out prova a riaccendersi. Florenzi si infortuna, al suo posto Maicon. Ma la partita del brasiliano dura poco, anche lui si ferma per infortunio. Dentro Torosidis. Fuori anche Gervinho, leggermente infastidito al momento della sostituzione, Iturbe prende il suo posto. Il Leverkusen cerca di controbattere all’assedio giallorosso, e va vicina al sorpasso ancora con un indemoniato Chicharito Hernandez. Nainggolan prende per mano i suoi e lotta su ogni pallone. Continua l’assalto a Leno e in seguito ad un’azione confusa in area di rigore ospite Salah viene abbattutto sulla linea di porta. Rigore ed espulsione. Minuti che sembrano infiniti. Pjanic si presenta dal dischetto: destro potente, Leno intuisce e si arrende. Roma ancora sopra, è il 3-2. Mancano 10 minuti al triplice fischio, la Roma adesso non può permettersi altri errori. Specialmente col vantaggio dell’uomo in più. Canta l’Olimpico dopo la paura, la Roma segue il ritmo dei propri tifosi sugli spalti. Dzeko fa a sportellate, prezioso il suo lavoro di squadra quando il cronometro si fa pesante.
Ecco che arriva il triplice fischio: sollievo e tanta gioia per la Roma. Prestazione, come spesso accade ultimamente, a dir poco schizofrenica. Troppo errori in difesa. Che costano caro. Ma stavolta c’è stato il tempo a disposizione per sistemare le cose. Ora è tutto nelle mani della Roma, gli ottavi sono ancora lontani. Ma con questa squadra tutto è possibile, nel bene e nel male.

Roma-Bayer Leverkusen

Questa sera la Roma si gioca la Champions al cospetto del Bayer, capace il 28 ottobre scorso di recuperare dal 2-4 al 4-4 e inguaiare i giallorossi. Il francese recupera De Rossi – assente con l’Udinese per squalifica e a Milano per infortunio – riporterà Florenzi esterno basso a destra, preferendolo a Maicon reduce da due partite da titolare. Coppa difensiva confermata, con Manolas e Rüdiger che se la vedranno con Calhanoglu ed Hernandez, autore di una doppietta nella gara di andata. In attacco Gervinho-Dzeko-Salah

 

TABELLINO

Roma-Bayer Leverkusen 3-2
Marcatori:
2′ Salah (R), 29′ Dzeko (R), 46′ Mehmedi (B),51′ Hernandez (B), 80′ Pjanic (rig.)

ROMA (4-3-3): Szczesny; Florenzi (56′ Maicon (76′ Torosidis)), Manolas, Rüdiger, Digne; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Salah, Dzeko, Gervinho (67′ Iturbe).
A disposizione: De Sanctis, Maicon, Torosidis, Castan, Keita, Iago, Iturbe.

BAYER LEVERKUSEN (4-4-1-1): Leno; Donati, Tah, Papadopoulos, Wendell; Mehmedi (88′ Brandt), Kampl, Toprak, Calhanoglu (72′ Kramer); Hernandez, Kiessling (46′ Bellarabi (73′ Kramer)) .
A disp.: Kresic, Boenisch, Ramalho, Yurchenko.
All. Schmidt.

Arbitro: Sergei Karasev
Assistenti: Anton Averianov e Tikhon Kalugin
Addizionale 1: Sergei Lapochkin
Addizionale 2: Sergei Ivanov
IV Uomo: Nikolai Golubev

NOTE Ammoniti: 61′ Papadopoulos (B), 91′ Torosidis (R), 93′ Szczesny (R) Espulsi: 78′ Toprak (B)

CRONACA PREPARTITA 

Ore 20.28 – La Roma termina il riscaldamento e torna negli spogliatoi

Ore 20.17 – Il Bayer Leverkusen scende in campo per il riscaldamento pre partita

Ore 20.06 – Le Roma scende in campo per il riscaldamento pre partita

Ore 19.29 – Il Bayer Leverkusen scende in campo per effettuare la ricognizione

Ore 19.27 – Il Bayer Leverkusen è arrivato allo stadio Olimpico

Ore 19.26 – Alcuni giocatori della Roma effettuano la ricognizione su campo dell’Olimpico

Ore 19.20 – La Roma è appena arrivata allo stadio.

Ore 19.10 – Secondo Angelo Mangiante di SkySport ecco la Roma che affronterà il Leverkusen: Szczesny; Florenzi, Manolas, Rudiger, Digne; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Gervinho, Dzeko, Salah.

Ore 18.30 – Terminata da pochi minuti la riunione tecnica del Bayer Leverkusen. Come rivela SportMediaset, è in corso quella della Roma.

Ore 18 – Proprio in questo momento è in corso la riunione tecnica della squadra tedesca.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy