Roma-Napoli, il web azzurro: “Sacco di Roma? Macchè, occhio al 9-1…”

di finconsadmin

(di Mirko Porcari) Roma-Napoli, la partita. Servirebbero diverse lettere maiuscole per presentare quella che, a otto giornate dall’inizio del campionato, rappresenta già uno scontro diretto per le primissime posizioni in classifica: all’Olimpico si intrecceranno storie, racconti e scaramanzie, un bagaglio di tradizione che da sempre accompagna il “Derby del sole”, tornato ad essere un crocevia fondamentale per le ambizioni delle due squadre.

E i tifosi? Come sempre l’attesa è spasmodica: la sosta per la Nazionale non ha fatto altro che aumentare la pressione da entrambe le parti, lasciando spesso spazio a calcoli certosini su fatica e condizione dei calciatori in giro per il mondo.

 

 

“Allora, se Gervinho con la Costa d’Avorio si è stancato…magari rientra tardi e non viene convocato…” in tanti tra i supporters azzurri cercano un appiglio che tenga lontano l’attaccante dalla gara di venerdì: come da copione è lui uno dei calciatori più temuti, un mix di velocità e di imprevedibilità che non potrà essere contrastato da Zuniga, probabile assente domani.

 

Con il colombiano out, i sonni napoletani sono turbati da un duello che si profila come impossibile da sostenere: “Senza Zuniga è finita…Ci sarà Britos su di lui…Britos, vi rendete conto???

“Senza fretta ma senza pause” lo slogan coniato da Benitez riesce a coinvolgere tutto il popolo partenopeo: a dispetto di un campionato appena cominciato, nessuno vuole slegarsi da una vittoria ritenuta decisiva, un colpaccio all’Olimpico lancerebbe il Napoli verso la partita di Champions contro il Marsiglia con un carico di entusiasmo non indifferente.

“Loro, nonostante i molti gol fatti, giocano molto in contropiede, per questo dobbiamo subito andare in vantaggio e cercare di sfruttare gli spazi che lasceranno” l’analisi tattica è inevitabile e tutti concordano sulla necessità di puntare sulle qualità dei singoli per far saltare il meccanismo perfetto messo in piedi da Rudi Garcia. “Hamsik ha riposato, Higuain rientra…Tutto è pronto per il Sacco di Roma” memoria storica che si fonde con la consapevolezza di avere in casa due possibili protagonisti: affidarsi ai migliori talenti sembra essere il modo giusto per esorcizzare l’organizzazione romanista.

 

Non mancano i pessimisti, pronti ad alzare bandiera bianca per una resa indolore: “Sono troppo superiori, spero in una sconfitta onorevole e che loro si fermino, proprio come ha fatto l’Arsenal…”

Tra il serio e il faceto c’è chi lancia perle di saggezza sotto forma di provocazione: “Quanto lo quotano il 9-1? La Roma è troppa roba per il Napoli di adesso.” parole che scivolano nei forum, trovando molti consensi ma anche moti di orgoglio. “Ma dai, inutile essere pessimisti. La formula per vincere domani è semplice: palle, carattere, un pizzico di fortuna ed un Hamsik che si metta a giocare come sa fare…”

 

L’ultimo commento, il solito, abbraccia ormai ogni uscita dei giallorossi: “Dai che la statistica è favorevole, la Roma prima o poi dovrà perdere, non può continuare così…Noi saremo i primi a segnare in casa loro e riusciremo a fermarli…”

A conferma c’è chi esemplifica la bontà del destino tornando indietro di qualche giornata: “Loro imbattibili? Si, come Balotelli che non sbaglia nemmeno un rigore fino a che non incontra Reina…”

Tutto già sentito, insomma, il resto è solamente storia di campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy