Roma, tutto facile contro l’Istanbul Basaksehir: 4-0 e (ri)esplode Zaniolo – FOTO

Roma, tutto facile contro l’Istanbul Basaksehir: 4-0 e (ri)esplode Zaniolo – FOTO

La sblocca l’autogol di Caiçara, poi nel secondo tempo Dzeko, Zaniolo e Kluivert fissano il match sul 4-0. Primo posto nel girone insieme al Wolfsberg

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Un primo tempo difficile, poi la Roma segna e dilaga. Buona la prima in Europa per Fonseca, che punta su Pastore e non sbaglia. Il match finisce 4-0 grazie all’autogol di Caiçara che ha sbloccato il match e le reti di Dzeko, Zaniolo e Kluivert nel secondo tempo. Il Flaco non segna, ma ispira e strappa la standing ovation dell’Olimpico. Primi tre punti fondamentali e primo posto nel girone insieme al Wolfsberg.

AVVIO DIFFICILE – La grande sorpresa di giornata è Javier Pastore, schierato titolare da Fonseca. “Nessun alibi per lui da trequartista” ha detto Petrachi nel prepartita. A prendere subito la scena però è Zaniolo, che dopo due minuti scappa a Tekdemir e lascia partire un sinistro dal limite rasoterra, respinto di piede da Gunok. I turchi non sono però a Roma per fare da vittima sacrificale e provano a impensierire la squadra di Fonseca con il baricentro alto e un pressing costante. L’avvio per i giallorossi (stasera in campo con la nuova divisa blu) è più difficile del previsto. A fare la partita è la squadra di Okan, che si difende bene e riparte forte sulla destra con Visca, una spina nel fianco costante per Kolarov. Al 16’ Topal stacca di testa anticipando gli avversari, ma il suo tiro è alto. Tre minuti dopo prova a rispondere Dzeko, ma anche in questo caso il colpo di testa finisce sopra la traversa.

SPINAZZOLA LA BUTTA IN CAIÇARA – Al 32’ bravo Pau Lopez che esce fuori area e anticipa Gulbrandsen con un colpo di testa in stile Alisson. La Roma sembra la brutta copia della squadra vista domenica con il Sassuolo. La manovra è lenta e prevedibile e il Basaksehir tiene botta senza rischiare. A svegliare i suoi ci prova Pastore al 38’. Il Flaco riceve sulla trequarti da Diawara, si gira e lascia partire un sinistro potente, respinto ancora una volta da Gunok. Ad aiutare la Roma arriva l’episodio che al 42’ cambia l’inerzia del match. Spinazzola corre a destra e da dentro l’area mette in mezzo un pallone a mezz’aria che colpisce Caiçara e finisce in porta per la più classica delle autoreti. Portiere immobile e Roma in vantaggio. La squadra di Fonseca dopo il gol sembra subito più sciolta e va vicina al raddoppio con Kluivert, che con l’azione personale entra in area e prova il tiro, ma ribattuto dalla difesa finisce sul fondo. Il primo tempo si chiude sull’1-0.

PASTORE ILLUMINA, DZEKO RADDOPPIA – Si riparte e a incendiare la Roma è di nuovo Pastore, che inventa un filtrante per Dzeko che lo mette a tu per tu con Gunok, ma il tiro del numero 9 è debole e il portiere turco riesce a metterci una pezza salvando i suoi. Pastore ci riprova più tardi lanciando di nuovo il bosniaco da solo verso la porta, ma il portiere del Basaksehir ha ancora la meglio respingendo il tiro. Al terzo tentativo arriva il 2-0. Al 58’ uno scatenato Zaniolo vola a destra, salta Clichy e mette in mezzo ancora per Dzeko, che stavolta a porta vuota non può più sbagliare. Nona rete per lui con la Roma in Europa League e raddoppio romanista. E’ la notte di Pastore. Ogni sua giocata è classe pura e, per una notte, sembra tornato ai suoi livelli. Al 63’ Fonseca lo sostituisce (entra Pellegrini) e il pubblico lo saluta con una standing ovation che gli strappa un sorriso.

LA STELLA DI ZANIOLO – Il gol di Zaniolo è solo questione di tempo. Il numero 22 è tra i migliori in campo, un punto di riferimento in avanti per tutto il match. Al 72’ Kluivert riceve in area, gira per Dzeko che vede Nicolò da solo a sinistra e ricambia il favore mettendogliela sul sinistro. Zaniolo stoppa, tira a giro e batte Gonuk per la terza volta questa sera. A un anno dal suo esordio con la Roma, la stella di Zaniolo brilla con intensità crescente. Sul 3-0 Fonseca dà spazio anche a Kalinic, che prende il posto di Dzeko.

LA PRIMA D’EUROPA – Al 78’ Demba Ba (appena entrato) prova a riaprire il match con un colpo di testa, ma il tiro è centrale e Pau Lopez può controllare senza problemi. Al 88’ Kalinic ha l’occasione per il poker, lanciato in porta dal solito Pellegrini, ma l’ex Atletico si fa tradire dalla fretta e lascia partire un tiro innocuo. Il quarto gol arriva dai piedi di Kluivert che segna il secondo gol consecutivo dopo quello al Sassuolo e chiude il match. Arrivano i primi tre punti della campagna europea della Roma. Nel prossimo turno i giallorossi faranno visito al Wolfsberg vincente a sorpresa in trasferta a Gladbach.

 

 

TABELLINO

Roma-Istanbul Basaksehir 4-0
Marcatori
: 42′ Caiçara (aut.), 58′ Dzeko, 71′ Zaniolo, 93′ Kluivert

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Cristante (72′ Veretout), Diawara; Zaniolo, Pastore (64′ Pellegrini), Kluivert; Dzeko (74′ Kalinic).
A disp.: Mirante, Mancini, Florenzi, Mkhitaryan.
All.: Paulo Fonseca

Istanbul Basaksehir (4-3-3): Gunok; Caiçara, Tekdemir, Pocnk, Clichy; Aleksic (69′ Azubuike), Topal, Kahveci; Visca, Guldbrandsen (78′ Ba), Turan (64′ Crivelli);
A disp.: Babacan, Epureanu, Behic, Ugur Ucar.
All.: Okan Buruk

Arbitro: Estrada Fernandez
Assistenti
: Alonso Fernandez – Sobrino Magan
Quarto Uomo
: Munuera Montero

NOTE Ammoniti: 66′ Jesus, 73′ Veretout Spettatori: 21.348

LIVE PREPARTITA

Ore 20.25 – In campo anche la Roma per il riscaldamento.

Ore 20.20 – È entrato in campo l’Istanbul Basaksehir, accolto dai fischi dei tifosi già arrivati allo stadio.

Ore 20.13 – In campo Pau Lopez, seguito da Mirante e Cardinali.

Ore 19.45 – La formazione giallorossa è ufficiale.

Ore 19.30 – La Roma è arrivata in pullman allo stadio Olimpico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy