Roma-Fiorentina 2-0, De Rossi: “Siamo all’inizio e un po’ di calo ci sta. Abbiamo il portiere più forte d’Italia”

“Puntiamo come al solito alla Juve e al vertice, ma bisognerà stare attenti all’Inter, al Napoli, alla Lazio e anche alla Fiorentina”

di finconsadmin

Ecco le parole di Daniele De Rossi ai microfoni di Sky e Roma Tv al termine di Roma-Fiorentina 2-0

 

DE ROSSI A SKY

Lungo abbraccio coi tifosi a fine partita

Era la prima partita ed era tanto tempo che non ci vedevamo, per questo ce la siamo sentita di andare tutti insieme

Come giudichi la prestazione e il calo finale

Sono le prime partite quindi è normale calare un po’, la Fiorentina è una squadra che attacca molto ma anche noi abbiamo fatto molto bene

Sarà Roma-Juve duello scudetto?

E’ appena iniziata, ci sono anche tante altre squadre come Milan,Inter,Napoli, Lazio e la stessa Fiorentina, ma noi cercheremo di fare del nostro meglio

C’era Conte in tribuna, ti hanno fatto piacere sue parole?

Molto compiaciuto di sue parole, spero di togliermi soddisfazioni in Nazionale come ho fatto con Prandelli e gli altri allenatori.Gli aggettivi di leader o guerriero sono più per voi che per me.

 

 

DE ROSSI A ROMA TV

Grande serata e grande cornice.
Ce l’aspettavamo il saluto iniziale con i nostri tifosi sempre emozionante. Siamo veramente felici.
E’ stata la prima ed è sempre la più difficile.
Si la prima è sempre la più difficile. Giocare contro la Fiorentina è complicato, ci ha creato problemi è una vittoria che ha un grande valore.
Una Roma che ha imposto il suo gioco. E complimenti a Manolas.
E’ entrato con tranquillità ma è un giocatore che ha giocato in nazonale, al mondiale e in Champions. Ma sarà stato emozionato anche lui. Come Astori, l’ha affrontata benissimo.
Questa sera che Roma si è manifestata ai tuoi occhi?
Il godimento nel vederla è stato ritrovarla come l’anno scorso. L’approccio, la mentalià ed aggressività è stata la stessa. In una stagione dopo quella passata è difficile ripetersi. Siamo soddisfatti di noi stessi.
La Juve non ha Conte, quanto perde senza di lui?
In 3 anni abbiamo visto una sua creazione, veniva da un paio di anni non positivi. Era lui il marchio di fabbrica di quella Juve. Ma certo i giocatori non si dimenticano come si gioca e poi hanno anche un ottimo allenatore. Non faranno magari 102 punti, me lo auguro, ma sarà una bella lotta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy