Roma, Fenucci “chiude” il mercato. E il Catania si avvicina

di Redazione, @forzaroma

(di Mirko Porcari) – La Roma inizia a calarsi nel clima campionato in vista della prima contro il Catania: nel giorno di Marquinhos l’Amministratore Delegato Fenucci ha virtualmente chiuso il mercato in entrata dei giallorossi, concentrando l’attenzione verso un inizio di stagione che, per forza di cose, deve essere di gradissimo livello.

 

 

FELICITÁ – Le prime parole romaniste di Marquinhos sono quelle di un ragazzo in bilico tra l’incredulità e la consapevolezza di aver colto una grandissima opportunità: “Sono felice di essere qui, mi sento pronto per giocare già da domenica”. Il quarto uomo nel cuore della difesa è lui, una scelta che si inserisce nel percorso iniziato da Zeman e dalla società e dalla grande fiducia data alle operazioni mosse da Walter Sabatini.

Il giovane brasiliano e Romagnoli comporranno il tandem di riserve alla coppia titolare: Burdisso è il perno, mentre Castan continua a trovare sponsor tra i connazionali, l’ultimo in ordine cronologico è stato Zago, protagonista dell’ultimo scudetto di casa nostra. “Diventerà un grande difensore”, parole al miele per una tifoseria che non vede l’ora di scoprire il roccioso marcatore.

 

 

STAND BY – L’avvicinarsi degli impegni ufficiali ha imposto una pausa di riflessione alla società: il grande dinamismo delle scorse settimane in sede di mercato conoscerà una pausa nei prossimi giorni, stando almeno alle parole pronunciate da Fenucci a margine delle presentazione di Marquinhos. “Al momento non ci sono trattative per calciatori in entrata, quella che vedete sarà la rosa della Roma”. La chiusura sembra totale, non si possono comunque escludere colpi dell’ultima ora (non è il comunque il caso di Berbatov, dato vicino alla Capitale dai bookmakers inglesi): resta in stand-by Mauro Goicoechea, portiere uruguaiano legato a doppio filo con la situazione di Marteen Stekelenburg: nonostante le dichiarazioni di fedeltà rilasciate qualche giorno fa dal suo procuratore, all’olandese non sono andate giù le voci che vorrebbero Zeman alla ricerca di un numero uno “alternativo”. Dopo il Tottenham è la volta del Fulham di affacciarsi alla finestra per capire come la Roma intenderà muoversi da qui al 31 agosto: difficile che possano esserci dei ribaltoni in senso negativo e tutto lascia presupporre che il titolare della porta giallorossa sarà proprio l’ex Ajax.

Discorso diverso per quanto riguarda gli addii certi: il più gettonato è sempre Marco Borriello, l’uomo di punta nel parco “epurati” di Trigoria. Problemi di ingaggio e scarse richieste ne fanno un calciatore difficile da piazzare, alla fine si opterà per un prestito (Genoa, Milan o Juventus) con la Roma pronta ad accollarsi parte del suo compenso; ancora più complicata la posizione di Simone Perrotta: ai margini della prima squadra sin dal ritiro di Irdning, il centrocampista continua ad aspettare un cenno da parte di Zeman per giocarsi le proprie chances in linea mediana. Difficile, dunque, ed anche per lui si prospetta una soluzione lontana dalle luci della Capitale. Svolta possibile per Julio Sergio: dopo l’anno di Lecce sembrava poter trovare qualche acquirente, invece il portiere si ritrova con zero richieste e due anni di contratto con la Roma, per questo tra il suo entourage e la dirigenza si sta parlando per trovare un accordo per la rescissione consensuale.

 

 

CATANIA “Agguerrito” lo ha definito Pulvirenti: il presidente degli etnei prova a scaldare l’esordio di campionato, pronosticando per i giallorossi una sfida dall’alto contenuto agonistico. Non ci sarà Izco, bloccato da un infortunio rimediato contro il Sassuolo in Coppa Italia, spazio dunque a Biagianti nel centro della manovra dei rossoblù.

Per la gara di domenica sera Zeman spera di avere tutti gli effettivi a disposizione, la seduta di oggi pomeriggio ha regalato la consueta partitella con test sui movimenti offensivi. Da valutare le condizioni di Bojan, uscito anzitempo dalla seduta per un problema all’adduttore della coscia destra, lo spagnolo ha buone possibilità di assaggiare il campo (vista la squalifica di Destro) ma tutto dipenderà da come si evolverà la situazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy