Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Rodgers-Mourinho, l’allievo sfida il maestro: il precedente che fa sperare la Roma

Nell'unico scontro di coppa tra i due lo Special One ebbe la meglio sul Liverpool del nordirlandese, proprio in semifinale

Redazione

La partita di stasera tra Roma e Leicester vale un pezzo di finale di Conference League, ma sarà anche un nuovo capitolo della sfida tra Mourinho e Brendan Rodgers. I due hanno collaborato nella prima esperienza dello Special One al Chelsea per poi prendere delle strade diverse dettate anche dal modo, quasi opposto, di intendere il calcio. L'ex tecnico del Liverpool ha avuto in questi giorni che precedono il calcio d'inizio parole di affetto e stima per il suo maestro nonostante i precedenti siano impietosi. In otto sfide tra i due, il portoghese è uscito vincitore 5 volte a fronte di una sola sconfitta subita sulla panchina del Tottenham proprio contro il Leicester. C'è un dato, però, che fa sperare la Roma. Nell'unico scontro di coppa tra i due - nell'allora Capitole One Cup 2014/15 - lo Special One ebbe la meglio sul Liverpool del nordirlandese, proprio in semifinale andando a vincere il torneo con il Chelsea contro gli Spurs di Pochettino. Nel doppio confronto i due pareggiarono l'andata con i gol i Hazard su rigore poi pareggiato da Sterling. Al ritorno furono necessari i supplementari e fu un'incornata di Ivanovic al 94' a portare i Blues in finale. Oggi i due manager si ritrovano, coincidenza, ancora in una semifinale, stavolta europea. Tirana e la finale sono ora a un passo e Mourinho si affida alla formazione di fedelissimi che si è sbarazzata del Bodo in appena venti minuti esattamente 21 giorni fa.

Le Foxes, però, sono un osso duro, soprattutto in casa. Il King Power Stadium, infatti, è un vero e proprio fortino. Vardy e compagni non hanno ancora mai perso una gara europea in casa in questa stagione. L'ultima sconfitta è arrivata l'anno scorso in Europa League contro lo Slavia Praga - unico stop dal ritorno degli inglesi in Europa nel 2016 -. Il Napoli, ultima italiana a giocarci, ha pareggiato 2-2 dopo una rocambolesca rimonta. Vincere la Conference per lo Special One sarebbe come chiudere un cerchio perché sarebbe il primo a riportare un trofeo internazionale in Italia dopo il Triplete da lui stesso conquistato con l'Inter. Per la Roma vorrebbe dire tornare a vincere una coppa, e non potrebbe esserci motivazione più grande.