Ranieri ritrova Florenzi, ma perde Nzonzi. Ziyech, ritorno di fiamma: “Con la Roma non è finita”

Ranieri ritrova Florenzi, ma perde Nzonzi. Ziyech, ritorno di fiamma: “Con la Roma non è finita”

Il numero 24 giallorosso sarà l’unico terzo di ruolo a disposizione, mentre il francese è out. Mercato, occhi in casa Atalanta: passi avanti per Castagne e Freuler. Okaka: “Se segno domani non esulto”

di Francesco Iucca, @francescoiucca

Dopo la vittoria fondamentale di Genova, la Roma si prepara a sfidare l’Udinese: domani alle 18 i giallorossi scenderanno sul terreno di gioco dell’Olimpico per continuare la rincorsa Champions, sfruttando anche lo scontro tra Milan e Lazio. Ranieri dovrà fronteggiare l’emergenza terzini: quest’oggi, nella seduta di rifinitura, si è allenato in gruppo Alessandro Florenzi, che prenota una maglia nel 4-3-3 giallorosso. Il numero 24 sarà l’unico terzino di ruolo a disposizione, mentre nei convocati ci sono anche Daniele De Rossi e Diego Perotti. È invece out Steven Nzonzi, che guarderà i compagni da casa per colpa di un trauma contusivo al ginocchio sinistro riportato durante la rifinitura. Con l’Udinese in porta ci sarà Antonio Mirante: bocciato ancora, dunque, Robin Olsen. Il tecnico testaccino conferma in panchina lo svedese, soprattutto per la poca conoscenza dell’italiano maturata in questi mesi. Domani toccherà di nuovo al quasi 36enne portiere campano difendere i pali della Roma: “La vittoria con la Samp ci ha rilanciato in zona Champions, dobbiamo essere bravi a non accontentarci. Ranieri? Conosce ogni sfaccettatura del calcio, tutte le situazioni e le corde che vanno toccate. Sta lavorando sulla compattezza, abbiamo un’impostazione diversa e questo ti fa drizzare le antenne.

MERCATO – Quella legata a Hakim Ziyech è stata una delle telenovele di calciomercato marcate Roma in queste ultime sessioni. Monchi lo scorso anno non ha affondato il colpo per il marocchino dell’Ajax, che ora si sta rendendo protagonista di un’annata strepitosa: “Giallorossi capitolo chiuso? No, non penso. Con Kluivert mi sento spesso e abbiamo parlato anche di questo”. La rivelazione arriva direttamente dal talento classe ’93 in forza agli olandesi, che quindi riapre gli scenari in ottica capitolina. Intanto la Roma guarda con attenzione in casa Atalanta: nel recente incontro con l’agente di Timothy Castagne, Ricky Massara ha confermato l’interesse per l’esterno olandese, che viene valutato 15 milioni. Non solo, perché i dirigenti giallorossi avrebbero incontrato anche l’entourage di Remo Freuler, che piace molto a Trigoria. Lo svizzero sarebbe l’erede di Nzonzi, per cui il Monaco ha effettuato un sondaggio. Per l’attacco interessa tanto Thorgan Hazard, trequartista belga del Borussia M’Gladbach e fratello del numero 10 del Chelsea: il classe ’93 costa 40 milioni. Intanto non si conosce ancora il futuro della panchina romanista: tra i candidati è spuntato di recente anche Gennaro Gattuso, soprattutto per l’amicizia con Totti. “Francesco non lo sento da 4-5 mesi, l’ultima volta l’ho chiamato per il compleanno le parole dell’allenatore del Milan. Sono un tesserato e ho un contratto, non posso parlare di certe cose. Sarebbe da sciocchi fare questo tipo di discorsi. È assurdo e le parole di Maldini le avete sentite tutti”.

UDINESE – In casa bianconera, invece, quella di domani all’Olimpico è una sfida fondamentale per la salvezza: “Se c’è un’allenatore che ha fatto un’impresa storica quello è Ranieri. Ha modi di fare che mi piacciono. E’ un signore del calciole parole di Igor Tudor in conferenza stampa -. La Roma è una squadra di grandi campioni, lottano per la Champions e non sarà facile. Vediamo cosa succederà in campo”. Il tecnico croato deve fare i conti con qualche assenza: l’allenamento di questa mattina ha confermato i forfait dai convocati di Hallfredsson, Badu, Nuytinck, Behrami e lo squalificato Zeegelaar. Ci sarà invece il grande ex Stefano Okaka: “Vorrei sempre fare gol, ma se segnerò contro la Roma non esulterò. E’ un club che mi ha dato una vita migliore, avrò rispetto per questo club per tutta la vitaha detto l’attaccante cresciuto nel settore giovanile giallorosso -. Li c’è tutta la mia infanzia, sia calcistica che di vita. Brividi, emozione e tanti ricordi belli. Anche tanti momenti difficili, che mi sono serviti per diventare più maturo”. Poi su Zaniolo: “Nuovo Totti? Di Totti ce n’è solo uno. Un calciatore che nasce a Roma diventando poi il miglior giocatore della storia della Roma è una favola unica, non si può riscrivere”.

LE ALTRE NEWS – Intanto continuano ad arrivare conferme per quanto riguarda la possibile trattativa tra la Roma e un fondo qatariota (ma non la QSI) intenzionato ad entrare nel mondo del calcio italiano. “Finché Pallotta avrà la speranza di costruire lo stadio non vorrebbe cedere, ma gli altri investitori vorrebbero veder fruttare l’investimentoha sottolineato Luciano Mondellini, giornalista di Milano Finanza -. La valutazione dei giallorossi? Dipende tutto dallo stadio, è evidente. Pallotta si aspetta 400 milioni più i debiti. In ogni caso la trattativa non sarà breve, parliamo di mesi. Stanno studiano il dossier ma non hanno fretta”. Intanto è tornato a parlare Antonio Cassano, che ricorda quel clamoroso Roma-Samp in cui Fantantonio, insieme a Pazzini, negarono ai giallorossi punti decisivi per il titolo: “Hanno perso uno scudetto clamoroso, a tre giornate dalla fine. Ranieri adatto per raggiungere la Champions? Sì, è una brava persona, non so se potrà iniziare un nuovo ciclo. Mi piacerebbe vedere sulla panchina una persona di personalità come Donadoni. E mi piacerebbe vedere Totti presidente.  La Roma è Totti, né Pallotta e né Baldini da Londra. De Rossi? E’ più da allenatore, Totti dice due parole al giorno“. Infine le conferme sulle novità delle prossime maglie da gioco giallorosse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy