Totti, allarme rientrato. E intanto Prandelli lo corteggia

di finconsadmin

Niente di preoccupante. E’ quanto emerso dai controlli strumentali a seguito del risentimento muscolare alla coscia destra accusato da Francesco Totti. Il capitano non ha partecipato alla seduta di oggi e svolgerà un programma specifico nei prossimi due giorni.

 

NAZIONALE – E’ curioso che Totti si fermi proprio quando si torna a parlare di lui in chiave Nazionale, che rimanda indietro De Rossi  (potrà recuperare dagli acciacchi con più calma) ma pensa fortemente a lui per il prossimo anno. Per ora è presto per parlarne, come detto anche da Prandelli, ma in una squadra che in attacco, ad oggi, non è certo esaltante, uno come il Capitano ci sta bene, anche più del solito.

Gli addetti ai lavori, ovviamente non possono che dichiararsi favorevoli, come l’ex ct dell’Under 21 Devis Mangia che ha definito Totti “l’essenza del calcio”. A fargli eco, tra gli altri anche Serse Cosmi: “Fosse per me lo porterei a giocare anche al parco con i miei amici. Credo debba andare al mondiale”.

Sarà la forma fisica però a decidere e non se ne parlerà prima di 7-8 mesi, perciò è prematuro sia preoccuparsi che sognare di nuovo un Totti in azzurro. Il ct sembra volerlo corteggiare e lui non ha ancora chiuso la porta. Deciderà in primavera.

 

 

MERCATO PERFETTO – Intanto la Roma può godersi i suoi gioielli. Uno Strootman monumentale, già colonna portante di questa squadra e un Gervinho che, a giudicare da qualche commento quantomeno fantasioso, deve aver suscitato l’invidia di molti, visto che era stato bollato come l’ultimo dei dilettanti e invece si sta divertendo a spaccare le difese in questo avvio di campionato. Non meno importante, in queste prime 7 giornate, l’apporto di Morgan De Sanctis, portiere meno battuto della Serie A. Il suo acquisto, in estate, era passato quasi sotto silenzio ma in questo inizio di campionato, pur chiamato in causa raramente, si è dimostrato il leader di difesa che la Roma cercava da tempo.Un mercato azzeccato in pieno da Sabatini dunque, che ha riportato la Roma nella zona di classifica che più le compete vincendo e convincendo. Non a caso, anche nel resto d’Europa la squadra sta iniziando a far parlare di sè. A testimoniarlo è il tecnico dello Swansea, Michael Laudrup, che ha definito la compagine giallorossa come “quella che pratica il calcio più europeo in Serie A”. Una cosa non da poco per chi quest’anno non gode dei riflettori di una competizione europea.

 

 

TRIGORIA – Per la sfida contro il Napoli non ci sarà lo squalificato Balzaretti, ma con tutta probabilità la Roma ritroverà Maicon titolare: il brasiliano sta già lavorando duramente a Trigoria per esserci e per riprendere a devastare le fasce della Serie A. Un altro campione al servizio della squadra dei record nella sfida più importante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy