Premio Beppe Viola, Zaniolo: “Vedo il mio futuro nella Roma. De Rossi perdita pesante” – FOTO – VIDEO

Premio Beppe Viola, Zaniolo: “Vedo il mio futuro nella Roma. De Rossi perdita pesante” – FOTO – VIDEO

Il centrocampista giallorosso: “Sono positivo sul rinnovo e sono contento di restare in giallorosso. Oggi alla conferenza di Daniele qualche lacrima mi è scesa…”

di Redazione, @forzaroma

Nicolò Zaniolo, centrocampista della Roma, in una giornata non facile per i colori giallorossi visto l’addio di De Rossi a fine stagione, riceve al Coni il premio Cultura Sportiva Beppe Viola. Ecco le sue parole a margine dell’evento:

Vi aspettavate questo addio di De Rossi?
Non mi metto nelle scelte della società e di Daniele, però perdere un capitano così e una persona così dentro lo spogliatoio sarà sicuramente pesante. Io posso soltanto ringraziarlo per avermi accolto alla Roma come un figlio, per avermi trattato come un figlio sia in campo che fuori.

Ci racconti il momento dell’abbraccio di questa mattina durante la conferenza stampa? Cosa avete provato?
Non ti nascondo che qualche lacrima mi è scesa. Oggi Daniele ha dimostrato quanto conta per questa città e per questa società, è un giocatore assurdo ed è giusto che lo trattino così.

Come ultimo regalo vi ha chiesto una qualificazione molto difficile alla prossima Champions?
Certo, è la nostra speranza, il nostro obiettivo sin dall’inizio del campionato. Ce la metteremo tutta per riuscire a raggiungerlo.

Ti ricordi le prime parole che ti ha detto quando sei arrivato a Trigoria?
Mi ricordo che mi mandò un messaggio ancora prima che arrivassi a Trigoria dicendomi ‘Benvenuto nella nostra famiglia, io sono il vecchio di casa, tu sei il nuovo arrivato e sei uno di noi’. Una cosa del genere.

Quanto perde a livello umano la Roma senza De Rossi?
Daniele era un leader sia in campo che fuori, oltre che a un grandissimo giocatore e una grandissima persona. È un capitano, la Roma perderà tanto.

Com’è la situazione del tuo contratto con la Roma?
Io ho ancora quattro anni di contratto con la Roma, sono sereno. A fine campionato ci metteremo a tavolino con il mio procuratore e la società, ma sono sereno, vedo il mio futuro alla Roma.

Tanti club importanti stanno manifestando interesse nei tuoi confronti. A livello di orgoglio, quanto ti dà soddisfazione questa situazione?
Certo, fa sempre piacere ricevere lusinghe da grandi club, però io sono concentrato sulla Roma, su queste ultime due partite. Sono molto positivo per il rinnovo, sono contento di restare alla Roma.

Che squadra può inciampare là davanti per andare in Champions?
Innanzitutto noi dobbiamo vincere le prossime due partite, poi il calcio è strano. Quello che potrà accadere accadrà. Noi dobbiamo pensare a vincere queste 2 partite e portare a casa i 6 punti.

C’è un rimpianto di questa stagione?
Forse il gol che abbiamo preso a Genova al 90′ poteva cambiare le cose del tutto. Ora è difficile, prima magari poteva essere meno difficile.

Hai avuto questo exploit straordinario, adesso il rendimento è un pochino inferiore rispetto all’inizio. Pensi che questo momento sia fisiologico? Che altre spiegazioni dai?
Certo, penso sia una cosa normale. Non si può andare sempre a mille, nella stagione di un calciatore ci sono alti e bassi. Questo magari non è il periodo più brillante, però io mi sto allenando bene, concentrato e con l’obiettivo che ha tutta la squadra di raggiungere la Champions.

Hai un obiettivo da obiettivo da qui ai prossimi anni di carriera sul ruolo in cui giocare?
No, io ho l’obiettivo di giocare e dare il mio contributo alla squadra. L’obiettivo di migliorare le cose che devo migliorare e lavorare settimana dopo settimana perché questo è il mio lavoro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy