Pjanic: “Pareggio meritato. Ora dobbiamo battere la Fiorentina e lottare per lo scudetto”

di finconsadmin

Ecco le parole di Miralem Pjanic ai microfoni di Mediaset,Sky,Roma Channel al termine di Atalanta-Roma 1-1.

PJANIC A MEDIASET

Un pareggio importante preso alla fine…
“Si, meritato. Siamo venuti per vincere poi siamo andati sotto, ma siamo riusciti a ritornare bene. Abbiamo preso un punto alla fine”.

 

 

Sembrate una squadra sotto ritmo…
“Nel primo tempo forse abbiamo sbagliato, nel secondo abbiamo tirato molte volte, ricominciamo da li”.

 

 

Un pareggio che ci può stare?
“Si, noi siamo venuti per vincere, poi è un buon pareggio con l’Atalanta. Pensiamo alla Fiorentina e dobbiamo vincerla”.

 

 

 

PJANIC a SKY 

Che succede a questa Roma?
Niente. Stiamo giocando, ci sono anche gli avversari che sono bravi. Evidentemente vi abbiamo abituato troppo bene nelle prime dieci giornate.

 

 

Parlate mai di scudetto?
“Si, certo che ne parliamo. Siamo li, vedremo alla fine”.

 

 

 

PJANIC A ROMA CHANNEL
Cosa è successo con Colantuono quando poi è stato espulso?
Non lo so. Io ero un po dispiaciuto ma lui ha fatto cose che non doveva fare. Mi sono arrabbiato ed anche lui. Niente di più.
Nella ripresa c’è stato un cambio di velocità..
Sì nel secondo tempo dopo il gol la squadra ha cominciato a giocare con più velocità, a cercare occasione e ad essere più pericolosi. Abbiamo creduto fino alla fine di poter vincere. Abbiamo solo pareggiato tardi. E’ anche merito dell’Atalanta che ha fatto una bella partita.
Il fallo di Canini? Era mano…
Sì. Pensavo anche io che era mano. Sono cose che l’arbitro deve decidere. Ancora una volta oggi non è stato dalla parte nostra. Noi ci abbiamo creduto e abbiamo meritato il pareggio.
In fase di manovra è calato il ritmo rispetto ad un mese fa?
Nel primo tempo è vero che oggi la squadra era strana. Non siamo riusciti a fare 4/5 passaggi consecutivi, non c’era ritmo. Alla fine ho visto una Roma che ha giocato bene creando occasioni. Succede che nel primo tempo non troviamo soluzioni e ci mettiamo in difficoltà. Dobbiamo riprenderci e continuare a lavorare perchè domenica c’è una partita importante.
Colantuono ha detto che tu non hai giocato perchè diffidato..
No, ieri ho sentito un fastidio e non sono riuscito ad allenarmi. Abbiamo preso questa decisione questa mattina perchè stavo meglio e mi sono messo a disposizione della squadra e del mister.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy