Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Pioli e la polemica social della Roma: “Non mi interessa, penso al Venezia”

Getty Images

Il tecnico glissa sul post del club giallorosso sul contatto Tonali-Zaniolo: "La partita che conta è quella di domani, giovedì è stata una partita dispendiosa"

Redazione

Conferenza stampa mattutina per Stefano Pioli. L'allenatore del Milan ha parlato alla vigilia della sfida contro il Venezia, tornando però anche sulla partita di giovedì sera con la Roma: "Ho visto bene la mia squadra. Da sempre, quando vinciamo corriamo meno degli avversari, perché vuol dire che abbiamo tenuto di più la palla. Dal punto di vista fisico l'abbiamo gestita bene".

Su Ibrahimovic e il rigore sbagliato. Zlatan è sempre incavolato, ce l'ha sempre con qualcuno per tirare fuori da se stesso e dagli altri le motivazioni. Non è contento del rigore sbagliato, ma è contento per l'apporto che ha dato. Domani metterà in campo la determinazione di cui c'è bisogno.

Dopo la partita, la Roma ha pubblicato sui social uno scatto della trattenuta di Tonali ai danni di Zaniolo: ha suggerito al social media manager di pubblicare la foto di Mkhitaryan che rovina addosso a Krunic in area? Non seguo i social quindi non so niente e non mi interessa, la partita che conta è quella di domani.

Avete preso nuovamente un gol da calcio piazzato. C'è stato un errore di posizionamento, ma non di Krunic, al centro dell'area. Nelle palle inattive, facciamo degli errori di posizione. Ci lavoriamo perché sappiamo che possono pesare. Cerchiamo sempre soluzioni migliori.

Il gruppo ha aiutato Kalulu e Gabbia. Un senso di responsabilità e unione, un senso di appartenenza. Il gruppo lavora insieme per dare il massimo e lo fa con grande passione. L'unione e la compattezza sono la forza di un gruppo e cercano di dare il massimo sempre.

Sull'emergenza Covid. È un momento particolare e dobbiamo stare attenti, rispettando i protocolli per essere il più sicuri possibile. E' un momento imprevedibile, per cui stimoliamo tutti i giocatori a essere pronti a giocare.

Sulla possibile chiusura degli stadi. Abbiamo sofferto tanto l'assenza dei tifosi. Il calcio è fatto per i tifosi, ma anche loro devono fare la loro parte rispettando le regole.

Su Theo Hernandez. Ha giocato con attenzione, ha lavorato benissimo prima della partita. Se ti alleni in un certo modo è facile che giochi in un certo modo. La preparazione è stata perfetta.

La Roma non ha pressato con aggressività il portatore di palla. Abbiamo palleggiato bene contro la Roma per questa situazione, il Venezia a volte ci verrà a prendere e dobbiamo essere bravi a muoverci.