Olimpico, via le barriere ma ecco le telecamere dedicate alle Curve

Durante una riunione tecnica in Questura si è deciso di procedere con la riduzione delle barriere nelle curve con l’obiettivo di terminare le operazioni per il derby di Coppa Italia dell’1 marzo

di Redazione, @forzaroma

Ci siamo, le barriere nelle curve dello Stadio Olimpico stanno per essere ridotte. Come riposta l’Ansa, questo è quanto emerso da una riunione tecnica in Questura, “sul presupposto della maggiore sicurezza raggiunta e sulla scorta delle direttive ricevute”. Così è stato deciso di procedere all’abbassamento delle barriere, ad iniziare dalla Curva Sud (che sarà chiusa per Lazio-Udinese di domenica prossima) subito dopo il match contro il Villarreal di questo giovedì. L’obiettivo è infatti quello di completare i lavori proprio in vista del derby di Coppa Italia tra Lazio e Roma in programma l’1 marzo. A quanto reso noto dalla Questura, ci sarà una rimodulazione del servizio degli stewards tenendo conto che la curva rimarrà suddivisa in due settori e, pertanto, sarà necessario evitare scavalcamenti «che costituirebbero violazione di legge e, quindi sarebbero perseguibili ai sensi della normativa di settore». Ci sarà, inoltre, un’implementazione del sistema di videosorveglianza con telecamere dedicate in via esclusiva alla zona centrale delle curve. Resta invariato il sistema di afflusso con le bolle di prefiltraggio e le due vie di accesso ai lati delle curve. Il progetto varato in sede tecnica sarà poi vagliato in Prefettura, anche attraverso la commissione di vigilanza pubblici spettacoli. Alla riunione hanno preso parte oltre ai rappresentanti delle forze dell’ordine, il CONI e le due squadre capitoline. «In apertura – ha sottolineato la Questura – è stato dato atto dell’impegno, da tutti perseguito, negli ultimi due anni, tale da azzerare totalmente l’incidentistica dell’Olimpico, in passato segnato da gravi criticità».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy