Novara,Anche De Salvo in trasferta a Roma: “Momento difficile, serve un miracolo”

di Redazione, @forzaroma

(La Stampa – M.Piatti) Per la prima volta quest’anno andrà in trasferta.

L’ha promesso patron Massimo De Salvo ieri sera a Novarello durante la presentazione della Fondazione del Novara calcio. «Il momento è difficile, ci rendiamo conto che serve un miracolo. E io ai miracoli ci credo, tanto che andrò a Roma non da turista ma per stare vicino alla squadra» ha detto De Salvo che partirà domenica mattina in aereo per tornare in giornata. La squadra invece parte oggi in treno con un bagaglio di incertezze.

Rigoni è squalificato, Marianini sempre al palo per problemi ad una gamba, Radovanovic deve fare i conti con la pubalgia che lo condiziona non poco, Pesce debilitato dall’influenza intestinale, Jensen lunedì aveva ancora la febbre. Non ci sono problemi per la difesa, dopo che Ujkani ha ripreso a lavorare. Si schiererà con Morganella, Lisuzzo, Paci, Garcia e Gemiti. In attacco è certo l’impiego di Caracciolo fin dal primo minuto anche se ieri è rimasto a riposo. Resta da decidere chi schierare al suo fianco. Mascara accusa qualche problema ad un caviglia così potrebbe toccare a Jeda oppure a Mazzarani. Per una partita come quella di Roma dove gli attaccanti godranno presumibilmente di ampi spazi per agire di rimessa, in contropiede, il giocatore ideale, per caratteristiche, potrebbe essere Morimoto. L’attaccante però non ha convinto appieno nello scampolo di partita disputata col Lecce.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy