Nessun colpo a sorpresa: arriva Goicoechea, saluta Borriello. Fermi Castan e De Rossi

di Redazione, @forzaroma

(di Giovanni Gallo) – Ore 19:00, stop al calciomercato. La Roma (come il resto delle squadre italiane) non ha piazzato il colpo a sorpresa. In tanti pensavano a un attaccante per sostituire Bojan, o al terzino destro che si sarebbe alternato con Piris (c’è sempre il jolly Taddei).

Un acquisto c’è stato, non un colpo, se non in prospettiva, ed è il portiere uruguaiano Goicoechea. L’acquisto sembrava sul punto di saltare, causa Julio Sergio. Il brasiliano, non accettando la rescissione del contratto, poteva essere da ostacolo al tesseramento di un nuovo portiere, ma così non è stato.

 

Saluta Borriello, l’attaccante ritorna al Genoa dopo quattro anni. Annuncio ufficiale,  prestito secco e ingaggio diviso tra i due club. è un centravanti importantissimo per noi. Ha una gran voglia di far bene, vuole fare tanti gol. Domani si aggregherà ai compagni, non ha il ritmo partita ma farà la trasferta”. Queste le prime parole di Stefano Capozucca, ds del Genoa, in riguardo all’ex giallorosso.

 

INTER-ROMA: Il finale di calciomercato non ha distratto la squadra agli ordini di Zeman (domani, sabato 1 settembre, conferenza stampa del mister alle 11,30).

 

Allenamento sulla circolazione del pallone, sia in attacco che in difesa. Si cerca di aumentare la fluidità del gioco. Presente Pjanic, mentre si sono verificati degli stop inaspettati. De Rossi, come comunica la società, si è fermato per un affaticamento al polpaccio destro. Problemi anche per Castan che ha preso una botta al dorso del piede destro durante parte dell’allenamento è rimasto in panchina con una vistosa borsa del ghiaccio. Perrotta invece mentre stava calciando ha sentito un dolore alla coscia destra.

 

La gara di domenica vedrà confrontarsi Stramaccioni e Zemanl’allenatore piu’ giovane ed il piu’ anziano della serie A 2012/13. Due vittorie per Zeman, 9 pareggi ed 11 successi nerazzurri e’ il bilancio dei 22 precedenti ufficiali tra il boemo e la formazione milanese.

 

Per la Roma, quello di Milano è un campo difficile: l’ultimo “2? in campionato risale al 18 aprile 2007: 3-1, gol di Perrotta, Materazzi, Totti e Cassetti e per l’Inter festa scudetto rinviata (e rovinata) di una settimana. L’anno prima, 26 ottobre 2005, un’altra bella vittoria romanista: 3-2, Montella, Totti, Totti, Adriano, Adriano. Il Capitano sfoderò un cucchiaio memorabile, dai trenta metri, che Julio Cesar poté solo guardare.

 

BURDISSO: “CHE REGALO SAREBBE VINCERE CON QUESTA GENTE”Burdisso regala un’intervista alle telecamere di Roma Channel. Tratta tutti gli argomenti che l’hanno caratterizzato in questi anni: il suo passato all’Inter, la maglia giallorossa, l’ultimo grave infortunio.

 

Poche emozioni contro l’Inter: “Adesso poche emozioni, le prima partite sicuramente di più, ma quando entri in campo le lasci da parte. Adesso voglio ritrovare la sensazioni che avevo prima dell’infortunio, non a livello fisico ma a livello emozionale l’altro – l’infortunio sembra passato – ogni giorno mi sento meglio e punto a superare l’infortunio abbiamo dei parametri e cerchiamo di ottimizzare il tempo, se penso a tra 5/6 mesi so di stare meglio a come stavo prima dell’infortunino ma la partita è dopodomani.”  Marquinhos, Romagnoli e Castan: Sono due giocatori da tenere a lungo nella Roma. Marquinhos  è piccolo fenomeno è un piccolo Thiago Silva, è velocissimo, ha voglia di giocare se lo metti in un posto difficile come la Roma con Zeman potrà avere un grandissimo futuro, è bravo e molto umile. Castan? Si sta abituando molto bene, fisicamente si fa trovare sempre pronto, in ogni contrasto è pronto. Lui ha imparato tantissimo in questi mesi e può fare bene”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy