Nainggolan: “Oggi c’era una battaglia da vincere. Ora ne restano altre dieci”

Il ninja nel post partita: “Noi abbiamo sempre lavorato sereni. Il nostro gruppo è unito e abbiamo tutti lo stesso obiettivo. Oggi anche quelli che giocano meno hanno dimostrato che stiamo tutti sulla stessa barca”

di Redazione, @forzaroma

Al fischio finale di Cesena-Roma terminata 1 a 0 in favore dei giallorossi, Radja Nainggolan è stato intervistato dai microfoni di Sky Sport e Mediaset Premium da bordo campo. Ecco di seguito le sue dichiarazioni:

 

RADJA NAINGGOLAN A MEDIASET PREMIUM

 

Oggi era importante vincere
In alcuni momenti abbiamo giocato un buon calcio, oggi era da vincere la battaglia, ora ce ne saranno altre 10.

Oggi buona prestazione anche da parte di chi gioca di meno…
Noi abbiamo sempre lavorato sereni. Il nostro gruppo è unito e abbiamo tutti lo stesso obiettivo. Oggi anche quelli che giocano meno hanno dimostrato che stiamo tutti sulla stessa barca.

Positiva o negativa la sosta che arriva?
Penso che adesso ci riposiamo, così rientriamo dopo la sosta più concentrati e così inizierà l’ultima parte del campionato.

 

RADJA NAINGGOLAN A SKY SPORT

 

Cosa ha dimostrato la Roma?
Carattere, perché anche avendo tutti contro siamo un grande gruppo. Adesso ci leviamo di dosso le polemiche e possiamo lavorare così.
Pensare ad ogni singola partita, senza guardare lontano. Dobbiamo pensare a difendere il secondo posto; è il nostro obiettivo. Abbiamo dimostrato di essere capaci di giocare in campi difficili, il Cesena è una squadra che si deve salvare, per questo abbiamo meritato di vincere giocando a sprazzi un buon calcio.

Scelte a sorpresa. Garcia ha voluto dare un messaggio particolare?
Penso che lui conta su tutti quanti noi. Ucan ha dimostrato di essere pronto facendo una buona partita e dandoci una mano. Questo vuol dire che siamo tutti sulla stessa strada.

Avete messo qualcosa in più in campo?
Noi dobbiamo pensare a fare la partita perché ogni avversario è diverso. Sapevamo che era un battaglia e magari abbiamo utilizzato armi diverse. Però la cosa più importante oggi era la vittoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy