Manolas: “La Roma è stata la scelta migliore. Puntiamo allo scudetto” – FOTO – AUDIO – VIDEO

Ecco le prime parole di Manolas come neo giocatore giallorosso: “Benatia è il passato, io sono il presente”

di finconsadmin

Parole chiare e nette. Kostas Manolas non si nasconde e alla sua conferenza stampa di presentazione ha chiari gli obiettivi: “Io punto allo scudetto e cosi tutta la squadra”. Il greco ha voluto fortemente la Roma, rifiutando anche altre offerte, come quella della Juve: “Ho avuto offerte da grandi club, non vi dirò tutti i nomi, ho parlato anche con la Juve, ma è stata una mia scelta venire alla Roma”.
Manolas arriva a Roma per sostituire Mehdi Benatia, passato al Bayern Monaco. La responsabilità non gli pesa al centrale ex Olympiakos: “Benatia è stato un bravissimo calciatore, ho visto quasi tutte le partite della Roma perchè c’era Vasilis, lui rappresenta il passato io il presente”.
Il difensore ha chiarito che è pronto “non al 100% ma al 120%” per giocare sin da subito: “Sono al 100%, ho fatto tutta la preparazione con l’Olympiakos, anche le tre amichevoli, non ho giocato all’ultimo perchè ero pronto al trasferimento”

 

DI SEGUITO L’INTERVISTA AUDIO E PAROLA PER PAROLA

 

 

Prende la parola il CEO Italo Zanzi “Siamo tutti felici di presentare un grande giocatore, Manolas. E’ un giocatore giovane ma con grande espeiienza. Siamo molto fiduciosi su lui per il futuro. Benvenuto a Roma”.

 

 
Cosa ti ha spinto a scegliere la Roma?
Dall’inizio volevo venire a Roma, una grande squadra, ho sentito Torosidis e Dellas, mi hanno parlato non bene ma di più. Il loro consiglio mi ha portato alla scelta migliore

Sei pronto a debuttare sabato?
Sarà una scelta dell’allenatore, sarà lui a giudicare se io sono all’altezza di giocare dal 1’. Sono pronto non al 100% ma al 120%

 

 Cosa ha detto il tecnico nel suo primo colloquio con lui?
Mi ha soltanto chiesto se mi sento bene, se avevo problemi e se potevo proseguire nell’allenamento. Niente di più al momento.

 

Lei ha salutato la sua vecchia società perchè le ha consentito di venire alla Roma. Ci poteva svelare le società che l’avevano cercata e da quanto tempo vanno avanti i contatti con la Roma
Ho avuto offerte da grandi club, non vi dirò tutti i nomi, ho parlato anche con la Juve, sono stati avviati anche dei contatti con l’Olympiakos. Ma è stata una mia scelta venire alla Roma

 

Domanda per ZANZI – La posizione della Roma sulla cessione di Benatia. Il prezzo di cessione vi soddisfa?
Oggi molto contento e sereno. Abbiamo avuto una sfida ma abbiamo potuto trasformare la sfida in un’opportunità per portare un grande giocatore a Roma. Il passato è passato, guardiamo al futuro

 

La Roma è più forte ora?
Benatia è stato un bravissimo calciatore, ho visto quasi tutte le partite della Roma perchè c’era Vasilis, mi sono fatto un’idea, lui rappresenta il passato io il presente, voglio dimostrare di essere all’altezza e di essere valido per stare qui. So che il club ha esigenze alte ma io mi sento all’altezza di dimostrare di essere la persona giusta.

 

Perchè ha scelto la Roma invece della Juve? Perchè ha scelto la maglia numero 44?
La scelta migliore è stata la Roma, non c’entra nulla il discorso titolare, voglio diventare titolare, non ho il posto fisso in squadra e nessuno mi ha dato garanzie su questo. E’ stata una scelta fortuita il 44, volevo il 4 ma il 4 e il 24 erano bloccati

 

Per te la Roma è un punto d’arrivo? Sei pronto a rimanere qui per tutta la durata del contratto?
La Roma è un club immenso a livello internazionale, mi sento già in un punto d’arrivo nella mia carriera.  Se dopo alcune stagioni avrò dimostrato di essere all’altezza di questa maglia e arriverà un’offerta che la Roma giudicherà all’altezza della mia presenza in tutto questo periodo significherà che andrò avanti anche io nella mia carriera.

 

Come stai a livello fisico? Primo impatto con Trigoria?
Sono al 100%, ho fatto tutta la preparazione con l’Olympiakos, anche le tre amichevoli, non ho giocato all’ultimo perchè ero pronto al trasferimento. Sento già di far parte di una grande famiglia. Non oso nominare o  fare nomi, ha grosse personalità tutta la squadra. Tutti mi hanno dimostrato di essere il benvenuto

La Roma dove può arrivare in Champions League e in campionato?
Gli standard sono alti, io punto allo scudetto e cosi tutta la squadra. La Roma ha grandi potenzialità con la rosa che abbiamo possiamo arrivare lontano anche in Champions League.

Può descriversi come calciatore?
Mi sento veloce, abbastanza potente fisicamente per qualsiasi tipo di contrasto, posso dire che leggo al difesa come l’attacco e miro ad adattarmi il prima possibile alle nuove tatiche del mister. Qua mi troverò davanti alcuni dei calciatori più forti del mondo e questo mi aiuterà a crescere.

C’è un calciatore  a cui ti ispiri?
Ho sempre ammirato Karagounis, Dellas e Torosidis. Come calciatore tipo nel mio ruolo, forse Thiago Silva.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy