Lo Stadium resta un tabù: Juve batte Roma 1 a 0. Rete di Dybala – FOTO

Lo Stadium resta un tabù: Juve batte Roma 1 a 0. Rete di Dybala – FOTO

Ancora una sconfitta per la Roma che in oltre due mesi ha vinto una sola volta. Spalletti non può nulla contro una magia di Dybala che regala i tre punti ai bianconeri

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

Una sconfitta che sa un po’ di beffa, i giallorossi perdono 1 a 0 un match gestito per grandi tratti in maniera attenta e ordinata. Solo un errore a centrocampo permette i bianconeri di segnare la rete della vittoria grazie al contropiede e alla prodezza di Dybala. Giallorossi che escono sconfitti ma consapevoli di avere tutte le carte per giocarsela con chiunque, testa permettendo. Buona prestazione di De Rossi in difesa e di Vainqueur a centrocampo, non una buona partita di Florenzi che nel primo tempo sceglie il tiro invece di un appoggio facile in area per Nainggolan, e poi nel secondo si fa rubare il pallone che scatena il contropiede vincente bianconero.

PRIMO TEMPO
Ritmi bassi nei primi minuti del match, le due squadre sono nella consueta fase di studio, complice anche la delicatezza della partita sotto l’aspetto della classifica. Roma che in fase di possesso palla bianconera si abbassa tutta nella propria metà campo, con i due esterni Digne-Florenzi che vanno a comporre la linea difensiva a cinque. Dopo otto minuti Daniele De Rossi viene ammonito per un contatto al limite dell’area di rigore, a palla lontana, con Mandzukic: il calcio di punizione battuto da Dybala viene bloccato facilmente da Szczesny. Ma la Juve, complice anche l’euforia dagli spalti, alza la pressione e aggredisce i giallorossi con un pressing asfissiante.
La Roma non riesce a recuperare palla, i bianconeri fanno un gioco veloce e in verticale che spesso porta a entrate fallose dei giallorossi. Al 13’ Ruediger è protagonista di una di queste su Dybala, il tedesco viene ammonito da Banti. Al 17’ minuto Roma che si affaccia per la prima volta in attacco: ci prova Florenzi dai 25 metri con un bel tiro di collo, forse troppo pulito, che viene parato senza problemi da Buffon.
Juventus più convincente, sulle fasce gli uomini di Allegri costruiscono le migliori azioni offensive grazie ai cross di Evra e Lichtsteiner. Al venticinquesimo una palla alta arriva in area di rigore sulla testa di Pogba, l’incornata termina alta, sopra la traversa della porta romanista.
Ritmo alla mezz’ora che ritorna basso, le due squadre hanno preso le misure e non azzardano strappi che potrebbero scoprirle. Al 36’ la Roma ha l’occasione più importante del primo tempo: cross di Lucas Digne dal fondo, il pallone sorvola l’area – superando anche le teste di Dzeko e Bonucci – e arriva dalla parte opposta a Florenzi; il terzino, anziché servire Nainggolan e lo stesso centravanti bosniaco in area, preferisce calciare con forza il pallone che tuttavia finisce lontano dalla porta bianconera. Termina il primo tempo sullo 0 a 0, risultato che rispecchia anche l’andamento equilibrato della prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO
Secondo tempo che si apre con una Roma ben messa in campo, decisamente diversa da quella addormentata vista nelle precedenti uscite, in ultima quella contro il Verona. Al cinquantesimo minuto Mandzukic commette un brutto fallo su Ruediger, colpito con il braccio sul volto. Giallo all’attaccante croato, e giallo a Pjanic per proteste, cosa che ha suscitato l’ira di Spalletti nei confronti del centrocampista bosniaco, fin qui autore di una prestazione sottotono. Al 63’ altra occasione della Roma: Digne da fallo laterale mette un pallone in area di rigore che dopo il colpo di testa a spazzare di Chiellini arriva sui piedi di Nainggolan, ma il tiro del belga, che sarebbe entrato sicuramente nello specchio della porta, viene sporcato da una deviazione che lo manda alto sopra la porta. Allegri vede la fascia destra bloccata, decide così di operare il primo cambio sostituendo Lichtsteiner per Cuadrado. Proprio l’esterno colombiano al 67’ tenta un tiro dalla lunga distanza, parato facilmente da Szczesny. Ma due minuti dopo il polacco si supera con una bella parata a botta sicura di Evra, che ha provato il tiro di potenza all’interno dell’area di rigore. Juventus vicina al gol, e che ora spinge per trovare l’imbucata vincente. Luciano Spalletti al settantesimo decide di compiere la prima sostituzione: fuori William Vainqueur, uno dei migliori in campo nel primo tempo, dentro Seydou Keita. Cambio di stanchezza e non tattico, il maliano andrà ad occupare la stessa posizione del sostituito.
Al 76’ si sblocca la partita. Giallorossi che perdono palla a centrocampo con Florenzi, la Juventus riparte in contropiede con realizza con un bel diagonale di Paulo Dybala. Niente da fare per Szczesny, la rasoiata termina sull’angolo del secondo palo e padroni di casa in vantaggio per uno a zero. L’autore del gol all’84’ esce, sostituito da Morata. Spalletti cambia tattica negli ultimi minuti, ritorna alla difesa a quattro per alzare De Rossi e dare più densità a centrocampo. La Roma tenta gli ultimi affondi, e ha l’occasione di pareggiare a tre minuti dalla fine con una punizione da buona posizione di Pjanic: il tiro del bosniaco, che sarebbe entrato con molta probabilità in rete, sfiora la barriera e va in corner. Il calcio d’angolo respinto da Bonucci spegne i sogni di rimonta giallorossa. La Roma perde una partita giocata tatticamente senza sbavature, se non per quell’errore singolo di Florenzi che ha scatenato il contropiede bianconero.

TABELLINO

Juventus-Roma 1-0
Marcatori:
78′ Dybala (J)

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (66′ Cuadrado), Marchisio, Pogba, Khedira Evra; Dybala (4′ Morata), Mandzukic
A disp.: Neto, Audero, Caceres, Zaza, Hernanes, Alex Sandro, Padoin, Asamoah, Rugani, Sturaro
Allenatore: Allegri

Roma (3-4-2-1): Szczesny; Manolas, De Rossi, Ruediger; Florenzi (93′ Torosidis), Vainqueur (71′ Keita), Pjanic, Digne; Nainggolan, Salah (90′ Sadiq); Dzeko
A disp.: De Sanctis, Lobont, Gyomber, Castan, Emerson, Totti, Iago
Allenatore: Spalletti

Arbitro: Banti
Assistenti: Costanzo-Padovan
Addizionali: Rizzoli-Irrati
IV Uomo: Meli

NOTE Ammoniti: 9′ De Rossi (R), 14′ Ruediger (R), 50′ Pjanic (R), 50′ Mandzukic (J), 88′ Evra (J), 93′ Nainggolan Spettatori 39.721 Incasso: 1.940.157

Juventus-Roma

TORINO – Nel fortino dello “Juventus Stadium” la Roma va in cerca di se stessa e di una difficile vittoria che potrebbe cambiarle la stagione, se non in chiave scudetto sicuramente in quella Champions. Gli uomini di Spalletti, reduci dal deludente 1-1 contro il Verona, questa settimana hanno lavorato con grande intensità e l’attenzione principale è stata dedicata alla difesa a 3. Contro Dybala e compagni, infatti, verrà schierato il trio Manolas-De Rossi-Rüdiger davanti a Szczesny, con il centrocampo composto da Florenzi e Digne sulle ali, Pjanic-Vainqueur coppia mediana e quella di trequartisti composta da Nainggolan (nel nuovo ruolo che gli sta cucendo addosso Spalletti) e Salah, con lo scopo di aumentare i palloni giocabili per uno Dzeko a caccia del secondo gol su azione in campionato (il primo fu proprio contro i bianconeri 5 mesi fa all’Olimpico).

Nella Juventus confermato il 3-5-2, con Barzagli che torna titolare dopo aver recuperato dall’ennesimo infortunio muscolare. Mandzukic dovrebbe vincere il ballottaggio con Morata per far coppia con Dybala. Khedira-Marchisio-Pogba in mezzo al campo, mentre Lichtsteiner ed Evra agiranno sulla fasce. Riposo per Alex Sandro.

 

CRONACA PRE-PARTITA

Ore 20.30 – Termina il riscaldamento della Juventus

Ore 20.26 – Termina il riscaldamento della Roma

Ore 20.05 – La Juventus scende in campo per il riscaldamento

Ore 20.03 – Scende in campo la Roma accolta dai fischi dello Stadium, ma anche dagli applausi dei duemila tifosi arrivati a Torino per la trasferta.

Ore 19.58 – Scendono in campo i portieri della Roma per il riscadamento pre partita

Ore 19.35 – Eccola la formazione ufficiale della Roma: Szczesny; Manolas, De Rossi, Ruediger; Florenzi, Vainqueur, Pjanic, Digne; Nainggolan, Salah; Dzeko

Ore 19.24 – La Juventus è arrivata allo stadio

Ore 19.09 – La Roma è arrivata allo stadio. Ricognizione in campo per i giocatori giallorossi.

Ore 19.00 – Aperti i cancelli dello Stadium

Ore 18.54 – La Roma lascia l’albergo per andare allo stadio

Ore 18.12 – Secondo Paolo Assogna di Sky Sport, la Roma dovrebbe giocare con un 3-5-2 a specchio. Nainggolan agirebbe quindi sulla stessa linea di Pjanic e Vainqueur, avendo licenza di avanzare tra le linee in fase di possesso.

IMG_6331

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy