Lazio-Roma 0-0: la paura ferma la Roma. Due punti persi (FOTO-VIDEO)

di finconsadmin

(di Guendalina Galdi) – Finisce 0-0 un derby giocato a viso aperto dalla Roma con la Lazio che nella ripresa ha atteso solo il fischio finale rintanata nella propria metà campo. La Lazio guadagna il punto che cercava, la Roma non approfitta dello stop della Juve a Verona e ne perde due sulla rincorsa ai bianconeri e nel vantaggio sul Napoli.

 

GUARDA TUTTE LE FOTO DELLA PARTITA

 

 

PRIMO TEMPO

 

Derby della Capitale numero 140. La quarta giornata di ritorno si accende a Roma con la sfida più attesa di questo turno di campionato. Rudi Garcia senza sorprese scende in campo col solito 4-3-3 dopo aver scelto come terzo di centrocampo Pjanic piuttosto che Nainggolan. Il tridente è Totti-Gervinho-Florenzi. Reja schiera i suoi con un modulo a specchio. Unico assente per squalifica è Biglia; in attacco si affida inizialmente a Klose, Candreva e Keita. Ad Orsato l’arduo compito di mantenere la gara sul piano della sportività per quanto l’agonismo possa essere sempre dietro l’angolo.
La Roma inizia bene. Mantiene il possesso palla, manovra il gioco con sicurezza e chiude la Lazio nella propria metà campo. La formazione giallorossa si scatena con veloci ripartenze, i biancocelesti salgono poco e per lo più prediligono lanci lunghi a cercare la testa di Klose. Al 14′ Maicon da destra crossa verso la parte opposta dell’are biancoceleste. Florenzi, completamente solo, prepara il piatto destro e calcia di prima intenzione a girare verso il palo lontano. Palla fuori, ma ottima azione e prima vera occasione da gol della partita. Un minuto dopo la Lazio sviluppa la manovra da sinistra con Keita che crossa a cercare Klose; conclusione fuori. Al 18′ ancora il tedesco riceve un lancio dalla difesa che ha saltato il centrocampo e lo ha raggiunto all’interno dell’area di rigore della Roma. Klose aggancia, si prepara al tiro ma Benatia gli porta via il pallone, ma defilandosi fuori area commette poi fallo sull’attaccante avversario. Giallo per Mehdi Benatia. Punizione per la Lazio dal limite del lato corto dell’area. Ledesma calcia ma il direttore di gara segnala un fallo in area ai danni di Benatia. Al 22′ calcio di punizione per la Roma dalla trequarti. Parte Totti verso il secondo palo dove Benatia parte alle spalle di Dias e prova ad impattare di prima la sfera. Palla di un nulla fuori al lato del palo alla destra di Berisha. Al minuto 24 una bellissima azione giallorossa si conclude con il tiro in porta di Maicon ribattuto dal portiere. Sulla respinta di Berisha, Gervinho replica in porta e gonfia la rete biancoceleste. Il gol dell’ivoriano viene annullato per la sua posizione di fuorigioco al momento del tiro di Maicon. Gol del vantaggio rimandato.
Ad un minuto dalla mezz’ora emergono i probemi difensivi della Lazio. A ridosso dell’area di rigore biancoceleste la retroguardia di Reja ha diversi problemi nel liberare e si rifugia spesso in rilanci sbilenchi che, in questo caso, hanno favorito la Roma che ha recuperato il pallone grazie al pressing alto. Totti dalla distanza conclude al volo col destro verso l’angolino basso, ma Berisha blocca. Al 30′ Lulic entra male su Maicon che resta per qualche momento a terra, poi viene trasportato a bordocampo dallo staff medico giallorosso. Il contatto ginocchio-ginocchio ha visto Maicon uscirne peggio; Garcia fa scaldare, in via precauzionale, Bastos e Romagnoli. La Lazio riparte per colpa di, seppur rari, errori di appoggio in fase di impostazione a centrocampo della Roma. Da un recupero di questo tipo nasce la possibilità per Gonzalez di concludere dalla distanza con un tiro che termina alto sopra la traversa. Al 37′ arriva il primo giallo per la Lazio. Il destinatario è Lulic per, un altro, fallo su Benatia. La gara si infiamma tra il 37′ ed il 39′, i contrasti a centrocampo si inaspriscono e sono due minuti che contengono due grandi occasioni da gol per la Roma. La prima sui piedi di Pjanic che riceve l’appoggio millimetrico di Maicon, ma invece di girarsi immediatamente e calciare di prima verso la vicina porta, perde qualche frazione di secondo per portarsi la palla sul piede giusto. Ma questo tempo permette a tre avversari di andare a coprire proprio il bosniaco che era stato dimenticato nel cuore dell’area in un primo momento. La seconda è sul destro di Gervinho che in girata conclude verso la porta. Ma è un tiro che privilegia la potenza piuttosto che la precisione e si perde oltre la traversa. La Lazio prova a proporsi in avanti procedendo con Candreva che dall’out di destra crossa a cercare il solito Klose. La Roma copre bene con i due centrali: in questa occasione Castan diventa muro davanti al tedesco e Benatia chiude in diagonale e, con immensa freddezza, col petto interviene poi De Rossi libera. Al 41′ Francesco Totti va vicino alla sua decima rete nel derby. Dalla distanza vede la porta e scaglia la conclusione potente col destro verso il secondo palo che si perde a mezzo metro a lato del palo. Tre minuti dopo Gervinho reclama, a ragione, un cartellino giallo o almeno un calcio di punizione a favore per un fallo ricevuto da Konko che ha steso irregolarmente Gervinho pronto a ripartire. Orsato considera regolare il ‘tocco’ di Konko e la gara prosegue e si avvia all’intervallo. Dopo un minuto di recupero, il direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi.

 

SECONDO TEMPO

 

Subito un cambio per Reja: la Lazio apre il secondo tempo con Mauri in campo al posto di Keita. Proprio Mauri è protagonista di un tentativo di conclusione dopo un disimpegno superficiale di Benatia. Subito cambio di fronte con la Roma che ripropone il tema dell’inizio di primo tempo: possesso palla a chiudere la Lazio tutta nella propria metà campo, fatta eccezione per Klose. Gervinho raggiunge il fondo, vede Berisha di poco fuori dai pali e prova la conclusione da posizione defilatissima, ma Berisha con una mano manda fuori la palla che sarebbe entrata. Poi Pjanic all’8′ dall’angolino alto dell’area calcia di destro sul primo palo. La palla sfiora il palo e termina fuori. Ancora Roma ed ancora Totti dalla distanza. Il Capitano calcia forte col destro verso il secondo palo ma il pallone termina di poco alto sopra la traversa. La Roma fa tutto bene, l’unica cosa che manca in questi minuti è il tocco decisivo, la conclusione in porta. Al 14′ Gervinho rivece lungo la fascia sinistra da Florenzi. L’ivoriano salta due avversari, poi vede la porta ma la sua conclusione è debole e Berisha ne accompagna la traiettoria fuori. Secondo giallo per la Lazio al 18′ in direzione di Candreva per un entrata fallosa su Daniele De Rossi. Al 19′ primo cambio per Rudi Garcia che fa debuttare Michel Bastos. Florenzi torna in panchina e Bastos si posiziona come esterno alto d’attacco. Lazio nervosa. Prima Dias spinge vistosamente Totti da dietro, poi Mauri impedisce la battuta del calcio di punizione sempre a Totti ed Orsato ammonisce anche quest’altro giocatore biancoceleste. Seguono, almeno fino alla mezz’ora, momenti di stallo in cui il ritmo della partita diminuisce da parte di entrambe le squadre. Al 31′ Strootman recupera un ottimo pallone sulla trequarti. La Roma riparte non è abbastanza cinica da ottenere il massimo da quanto costruisce. Al 33′ Garcia lascia entrare in campo Adem Ljajic e fa uscire Pjanic. Cambia il modulo per la Roma che ora si schiera con il 4-2-1-3 con Ljajic trequartista alle spalle di Totti-Gervinho-Bastos. Cambia anche Reja: Onazi per Gonzalez. Gli errori della Lazio sono tanti, ma la Roma non riesce ad approfittarne come dovrebbe, nonostante mantenga la supremazia in campo. Al 36′ ultimo cambio per la Roma. Entra Mattia Destro ed esce Totti. E’ il 40′ e Ljajic raccoglie la sfera e parte in verticale. Non prova la conclusione ma preferisce appoggiarla sulla sinistra per Bastos che calcia ma, dopo una deviazione, la palla colpisce il lato esterno della rete. L’esordiente Bastos vicinissimo al gol. Ancora lui un minuto dopo è autore di un ottimo cross che però non raggiunge Destro. La Roma costriusce tantissimo ma non riesce mai a concludere e non prova più la conclusione, anche quando può esserci la possibilità. Quando arriva il 45′ Orsato, inaspettatamente, concede solamente due minuti di recupero, nonostante i cambi effettuati siano stati cinque. Dopo questi miseri 120 secondi di recupero, triplice fischio e finisce la gara. Un pareggio che accontenta solo la Lazio e che lascia un grande amaro in bocca alla Roma.

 

 

IL TOP E IL FLOP

Il Top di questa buona prova della Roma è Garcia che al primo anno sulla panchina dei giallorossi da coraggio alla sua squadra e la fa giocare bene anche quando l’avversario non vuole fare calcio. Le prova tutte a segnare e a divertire ma quando si fa solo catenaccio è dura anche per un vero tecnico fare la differenza. Peccato davvero perchè ci si poteva divertire di più se si fosse stati in due formazioni in campo. Number One

 

 

Il Flop di questa bella partita romanista è Reja che prima spera negli infortuni dell’avversario, poi ritratta ma in campo nemmeno se la gioca. Tutti nella metà campo laziale e lancio lungo alla viva il Parroco. Il calcio peggiore visto contro la squadra di Garcia in questa stagione. Uno spot antisportivo dove la paura e la differenza dei valori in campo non giustifica la penosa prova dei padroni di casa. Non pervenuti

Alessio De Silvestro

 

 

 

CRONACA

 

SECONDO TEMPO 

 

92′ Termina il match
92′ Ammonito Strootman
85′ Bastos in area dalla sinistra prova il tiro palla deviata sull’esterno della rete
81′ Per la Roma fuori Totti dentro Destro
79′ Per la Roma fuori Pjanic dentro Ljajic per la Lazio fuori Gonzalez dentro Onazi
66′ Ammonito Mauri
63′ Per la Roma fuori Florenzi dentro Bastos
63′ Ammonito Candreva
57′ Totti dal limite destro dell’area prova il tiro, palla di poco alta
53′ Pjanic prova il tiro dal limite, palla di poco fuori
53′ Gervinho prova il tiro da posizione defilata, palla in angolo
45′ Per la Lazio fuori Keita dentro Mauri
45′ Partiti

 

PRIMO TEMPO

 

46′ fine primo tempo
42′ Botta di Totti dalla distanza, palla che lambisce il palo
40′ Gervinho servito da Benatia prova il tiro dal limite, palla alta
38′ Ammonito Lulic
36′ Gonzalez prova il tiro dal limite, palla di poco alta
31′ Brutto fallo di Lulic su Maicon, ma l’arbitro non ammonisce
30′ Totti prova il tiro al volo dalla distanza, Berisha para
25′ Annullato gol a Gervinho per posizione di fuorigioco
22′ Punizione battuta da Totti, Benatia arriva con il piede ma la palla termina alta
19′ Ammonito Benatia per fallo su Klose
15′ Maicon cambia gioco per FLorenzi che è in area e tira al volo, palla alta
9′ Cross dalla destra di Candreva, De Sanctis devia in angolo
1′ Partiti

 

 

 

Ore 14.26 – La Roma scende in campo per il riscaldamento pre partita

 

Ore 14.18 – La Lazio scende in campo per il riscaldamento pre partita

 

 

TABELLINO

 

Lazio-Roma 0-0

 

LAZIO (4-3-3): Berisha; Konko, Biava, Dias, Radu; Gonzalez (79′ Onazi), Ledesma, Lulic; Candreva, Klose, Keita (45′ Mauri).
A disp: Marchetti, Strakosha, Ciani, Cana, Cavanda, Pereirinha, Mauri, Onazi, Felipe Anderson, Crecco, Minala, Perea, Kakuta.
All. Reja


ROMA (4-3-3):
 De Sanctis; Maicon, Castan, Benatia, Torosidis; Pjanic (79′ Ljajic), De Rossi, Strootman; Florenzi (63′ Bastos), Totti (81′ Destro), Gervinho.
A disp.: Skorupski, Lobont, Jedvaj, Romagnoli, Toloi, Nainggolan, Mazzitelli, Taddei, Bastos, Ricci, Ljajic, Destro.
All.: Garcia

 

Arbitro: Orsato di Schio.
Assistenti: Di Liberatore e Cariolato.
IV uomo: Stefani.
Assistenti di porta: Rocchi e Mazzoleni.

 

Note: Ammoniti 19′ Benatia, 38′ Lulic, 63′ Candreva, 66′ Mauri, 92′ Strootman

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy