Il segreto del successo del Barça raccontato in libro

di finconsadmin

Il nuovo direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini, nel corso della sua conferenza di presentazione ha chiaramente cercato di evidenziare come la “nuova” Roma se avrà un modello di riferimento non potrà che essere quello del Barcellona.

Stante tale volontà, non è un caso che la scelta dell’allenatore sia caduta proprio su Luis Enrique, uomo simbolo di una “cantera” quella blaugrana ormai invidiata in tutto il mondo.

 

Il nuovo direttore sportivo sembra aver le idee molto chiare su quali dovranno essere i passi che si dovranno fare per ricalcare tale modello, ma un importante vademecum al riguardo è rappresentato da un’interessantissima lettura prodotta dalle mani dell’ex vice-presidente del Barcellona Ferran Soriano, carica da questo ricoperta tra gli anni 2003 e 2008. Proprio in coincidenza di tali anni si è assistito ad una vera e propria rinascita del Barcellona che lo ha portato stabilmente ad essere il team più forte e vincente al mondo.

 

Ferran Soriano, nella sua opera dal titolo “A bola na rede nao por a caso” (“La palla non entra in rete per caso”) mette in evidenza tutte le sue più importanti dote manageriali. Molto più di un libro di calcio è un libro sulla gestione. Si tratta di trasformare le imprese in tanti segmenti e mettere all’interno di ogni segmento professionisti atti a raggiungere il miglior risultato possibile in quel settore.

 

Dietro a quegli undici elementi che scendono in campo deve esserci un attento lavoro di tutti i professionisti che operano dietro ad un club. Attraverso quest’opera, Soriano, ha voluto mettere in evidenza come per “far entrare una palla in rete” occorre che ci sia una valida struttura in ogni settore societario: marketing, scouting, merchandising, oltre che ad un attenta analisi tecnica delle risorse disponibili. Ciò che risulta essere fondamentale è la presenza a 360° di validi professionisti in ogni settore di riferimento.

 

L’importanza di tale opera è sottolineata dal fatto che anche il Palmeiras, in veste del suo Presidente, l’ha consigliata e presa come punto di riferimento per i propri dirigenti.

 

Sulla base di tale vademecum, il Barcellona è divenuto il club più forte al mondo, perché non provare anche a Roma a seguire tale strada?

 

Se non lo hanno già fatto consigliamo la lettura a Franco Baldini e Walter Sabatini.


Daniele Scasseddu

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy