Holebas: “Ho scelto la Roma perchè in Europa è un top club. Ho fame di vittoria” – FOTO – VIDEO – AUDIO

Il terzino greco parla in sala stampa nel giorno della presentazione.

di Marco Cantagalli, @CantagalliMarco

(di Marco Cantagalli) E’ arrivato a Roma, inaspettatamente, il penultimo giorno di mercato. Si è seduto in tribuna allo stadio Olimpico e ha visto i suoi nuovi compagni battere la Fiorentina, all’esordio in campionato. Poco dopo la Roma ha reso note le cifre dell’operazione José Holebas: acquisto a titolo definitivo dall’Olympiacos per 1 milione di euro, a cui si potranno aggiungere altri 500.000 euro di bonus. Oggi, a Trigoria, il terzino sinistro si è presentato ai giornalisti, e fin da subito si è intuito di avere di fronte un giocatore pratico: tanti fatti e poche chiacchiere.

Il tedesco naturalizzato greco, che ha scelto la maglia numero 25 (su cui ci sarà scritto il nome “ellenico”: Cholevas), si è detto “felicissimo di essere in una squadra da un nome così grande anche a livello europeo” 

Il terzino non nasconde l’ambizione affermando di essere “ancora affamato di vittorie. Sono qui da pochi giorni, ma credo che tutti vogliono vincere lo Scudetto”

A chi gli chiede di raccontare i particolari della trattativa che lo ha portato a vestire giallorosso, lui risponde : “Non credo sia molto elegante discuterne qui. Ma ci sono stati dei colloqui durante il Mondiale…”

Sicuramente il neo arrivato in casa giallorossa si dovrà ambientare, ma sarà tutto più semplice perché “chiaramente, è un vantaggio che io possa giocare con altri calciatori greci. Tra noi – aggiunge – c’è feeling”

Infine, ecco il pensiero dell’ ex-Olympiacos sulla concorrenza che troverà nella sua nuova squadra. “La nostra squadra è buona. Il mio ruolo? Posso assicurare che farò del mio meglio, però sono un terzino che gioca in maniera offensiva. Solo l’allenatore deciderà dove schierarmi e se farmi giocare. La decisione è sua”

Ecco le parole di Josè Holebas in sala stampa nel giorno della presentazione.

Parola al CEO Italo Zanzi “Oggi presentiamo Josè Holebas, un giocatore che ha giocato in diverse leghe in Europa e noi siamo fieri di averlo qui. Ha fatto molto bene anche al Mondiale. Josè Holebas benvenuto nella Roma”

http://youtu.be/ndHTYP0FNB8

 

CONFERENZA STAMPA HOLEBAS PAROLA PER PAROLA

 

Il giocatore, parlando in tedesco, comincia con una considerazione “Sono felicissimo di essere qui. Grazie a tutti. Avevo altre offerte, a dire il vero, ma ho scelto la Roma perchè in Europa è un top club, ha un grandissimo nome”.

 

La tua storia di vita è molto interessante. Cosa ti ha spinto a venire alla Roma e a ricominciare a giocare?
“Ho smesso di giocare a 18 anni, ho smesso di giocare per motivi privati. Dovevo dedicarmi a cose più importanti, una figlia. I miei compagni nel frattempo giocavano in grandi club, ma mi sono detto ‘così non va’. Passo dopo passo ho iniziato dal basso: c’è voluta tanta fatica, ma alla fine ce l’ho fatta”

 

Cosa hai pensato quando hai ricevuto la chiamata da parte della Roma? Te lo aspettavi?
“Avevo già avuto dei colloqui. E’ stata una situazione complicata, anche perché giocavo i Mondiali. Ma sono felicissimo di stare qui, perché la Roma è un grandissimo club”

 

Ti aspetti di essere titolare anche nella Roma, dopo esserlo stato con la Grecia e con l’Olympiacos?

“Ho iniziato tardi a giocare a calcio ad alti livelli, per la nascita di mia figlia. E a 21 anni sei quasi ‘vecchio’ nel mondo del calcio. Ma sono sicuro che voglio giocare per vincere, sono ancora affamato di vittorie”

Hai vinto tanto in Grecia, cosa punti con la Roma in questa stagione? Cosa otterrà la Roma in Champions?
“Tutti vogliamo la stessa cosa. Vogliamo vincere il campionato, mi sono allenato qualche giorno con la squadra che è molto buona. Se ci credi davvero, nelle cose che fai, alla fine ci riesci. Se ti alleni, puoi raggiungere il risultato”

 

Sei un terzino, ma sai giocare anche da centrale. Quale ruolo preferisci?
“Sono un terzino sinistro, e gioco in modo molto offensivo. Farò del mio meglio, darò il mio contributo alla squadra. Qualsiasi cosa andrà bene, ma tanto la decisione spetta al nostro allenatore. E’ lui che decide”

 

Per Zanzi: Maicon, può aggiornarci sulla sua situazione?
“Domani parlerà Walter Sabatini. Oggi siamo qui per Holebas, domani il ds risponderà alle vostre domande. L’importante è che Maicon ora pensi al campo, ma siamo fiduciosi. Intanto pensiamo alla trasferta di Empoli”

 

Siete tanti greci alla Roma, hai parlato con Torosidis e Manolas prima di venire alla Roma? E con Ranieri?
“Con Ranieri non ho parlato della Roma. E’ un vantaggio conoscere tanti giocatori della stessa nazione. Tra di noi c’è molto feeling, e questo lo posso ammettere”

 

Quando ci sono stati i primi contatti con la Roma?
“Non credo sia molto elegante discutere di queste cose in una conferenza stampa di presentazione. Sono cose mie e della società”

 

Che impressione ti ha fatto vedere Roma-Fiorentina dal vivo all’Olimpico? Cosa ti ha detto Rudi Garcia?
“Ammetto di aver guardato la gara, è positivo aver guadagnato 3 punti. Ancora non ho parlato col mister, presto lo farò sicuramente, nei prossimi giorni ci parlerò”

 

Cosa ti darà la Roma alla tua carriera? E cosa puoi dare tu alla squadra giallorossa?
“Come ho già detto, sono qui da soli 3 giorni. Mi sto allenando. Deciderà l’allenatore se io possa giocare o meno. Sicuramente, farò del mio meglio.”

 

Per Zanzi: Vi aspettavate le parole di Benatia? Ci siete rimasti male?
“Non commento. Pallotta ha fatto un comunicato e parla quello per lui. Noi alla Roma, in termini generali, ci sentiamo fiduciosi e forti, quindi non c’è niente di più da aggiungere”

 

A chi assomigli: Zambrotta o Lahm?
“Dipende dove deciderà l’allenatore dove farmi giocare e se farmi giocare. Il mio pensiero è aiutare la squadra a vincere, mi interessa solo quello. Certo è che farò del mio meglio”

 

FINE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy