Genoa, Constant fermo 35 giorni

di Redazione, @forzaroma

(Il Secolo XIX) – Non si nutrivano grandi speranze ma il responso della risonanza a cui è stato sottoposto Kevin Constant è stato impietoso: lesione di secondo grado dello psoas in contiguità del retto femorale anteriore della coscia destra, 5 settimane di stop.

Calendario alla mano, dovrebbe essere pienamente a disposizione di Marino per la trasferta di Bologna, in programma il 29 aprile prossimo. Il francese inizierà martedì il programma di recupero, dividendosi tra il Centro Riattiva e il Signorini di Pegli. «Un infortunio molto strano, quello di Constant. Se lo è procurato negli ultimi due minuti di allenamento, mentre provava il dribbling è scivolato e la gamba ha fatto un movimento innaturale», spiega sconsolato Pasquale Marino, costretto nuovamente ad affrontare l’emergenza infortuni dopo un periodo di relativa tranquillità. Molto breve, perché in una settimana ha perso Sculli, Kucka e, appunto, Constant. E indisponibili, almeno per adesso, sono ancora Antonelli e Bovo, oltre naturalmente a Granqvist.

«Davanti abbiamo parecchi giocatori, di qualità, e diverse possibilità di scelta. In mezzo e dietro, invece, siamo contati», sottolinea il tecnico siciliano, che da quando è iniziata la sua gestione non è mai riuscito a lavorare con la rosa al completo e ha dovuto sempre adattare il modulo ai giocatori a disposizione. Sono undici gli elementi attualmente in rosa che hanno avuto problemi muscolari in questa stagione. Antonelli, poi, si è dovuto fermare per ben tre volte fino a questo momento. Leggi l’articolo completo:

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy