Gasparri: “La gestione di Gabrielli denota ostilità preconcetta. Anche la Celere è preoccupata”

Il senatore di Forza Italia contro il Prefetto: “Queste decisioni rischiano di aumentare il pericolo di altri tipi di tensioni. Mi rivolgo a Tronca affinché studi delle soluzioni”

di Redazione, @forzaroma

Negli stadi, Olimpico compreso, si sono verificati spesso fatti di violenza, ma le forze dell’ordine hanno sempre identificato chi viola le regole. E del resto riprese di ogni tipo consentono, insieme al daspo, di allontanare dagli stadi chi alimenta scontri. Ma alla vigilia del derby Roma-Lazio bisogna dire che la gestione del prefetto Gabrielli della situazione dell’Olimpico denota un’ostilità preconcetta“. Queste le parole di Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia e tifoso giallorosso.

Barriere divisorie e altri interventi  – continua – servono soltanto ad alimentare tensioni sotterranee. La protesta dei tifosi aumenterà i momenti di pericolo. Si annunciano marce di accompagnamento delle squadre verso lo stadio e altre iniziative che incrementeranno l’impegno delle forze dell’ordine. È significativo che nei giorni scorsi anche poliziotti del reparto Celere mi abbiano direttamente rappresentato la pericolosità degli atteggiamenti attuali della Prefettura che accrescono i rischi per gli agenti“.

Senza cedere ai violenti – aggiunge Gasparri – , si impone una gestione diversa dell’Olimpico. Si possono abbinare controlli efficaci ad una civile e corretta presenza delle tifoserie. Il clima surreale che si sta vivendo non è foriero di nessuna positività. Mi rivolgo allora al commissario Tronca, visto che il presidente della Roma Pallotta latita e continua a stare in America, affinchè valuti con attenzione nelle sue nuove vesti questa situazione. Il contrasto della violenza deve essere decisivo, ma un evento che ha anche una valenza sociale deve essere gestito in modo da tutelare che vi accede con animo sportivo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy