Garcia: “Stagione fantastica sono felice per i ragazzi, se lo meritano. Ma il sogno scudetto continua”

di finconsadmin

Ecco le parole di Rudi Garcia ai microfoni di Sky,Mediaset, Roma Channel, Rai e Conferenza stampa  al termine di Fiorentina-Roma 0-1.

GARCIA A SKY
Quando ha cominciato a credere in questo traguardo? Alla Champions diretta.
Quando vedo la mia squadra lavorare ogni giorno vedo che ha qualità sul piano psicologico, è unita e sono veramente felice per loro perchè lo meritano. Siamo sicuri del secondo posto e possiamo ancora sognare il primo. E’ stato importante vincere qui perchè era difficile, sapevamo che squadra fosse la Fiorentina. E la vittoria è ancora più importante dopo aver visto la vittoria della Juve.

Il segreto della Roma in difesa?
Difendiamo in undici. Abbiamo deciso di aspettarli e chiudere gli spazi. Hanno fatto tanti tiri da fuori e l’unica azione pericolosa è arrivata da una punizione laterale che non c’era perchè Cuadrado non ha subito fallo. Sul piano difensivo abbiamo fatto grandi cose. I merito della Fiorentina è che non ci ha permesso di ripartire.

Cosa chiederà a Pallotta?
Mancano ancora quattro partite. Prepareremo la gara contro il Milan, abbiamo ancora fame di vittorie. La stagione straordinaria può diventare eccezionale e poi lavoreremo sull’anno prossimo.

Come si migliora questa squadra? Come si può fare più di così?
Abbiamo tutto il tempo per pensarci. Stasera ci godiamo questa vittoria, la squadra e l’allenatore hanno voglia di fare altri punti. Stasera conta solo questo.

Quando nuocerà a Destro in ottica Mondiale questa sosta forzata. Per lui allora sarà decisivo il match contro la Juve?
Io posso solo dire che ha il più alto rendimento della Serie A. Ha giocato mezza stagione, forse meno, non abbiamo previsto questa cosa ma ha un programma per essere pronto contro la Juve. Ci sono ancora 2 partite da giocare prima del suo ritorno. Anche senza alcuni giocatori importanti, dedico questa qualificazione diretta in Chapions a Kevin Strootman perchè sono molto felice che lui la possa giocare con noi l’anno prossimo.

E’ più importante il lavoro della società o dell’allenatore?
Il merito è di tutti. Ognuno ha fatto di tutto per mettere i giocatori nelle condizioni migliori. Dopo c’è solo da prendere piacere a giocare insieme. Quando vedo la gioia sono felice, la mia felicità è questa, sapendo che loro sono concentrati sulla prossima partita.

Non ha intenzione di tornare a parlare francese l’anno prossimo? In merito alle voci di mercato che premono per lei verso altre squadre.
Sto benissimo a Roma, l’ho già detto e o ribadisco. Non è il momento di parlare dei casi induduali perchè questa stagione ancora non è finita.

 

 

GARCIA A MEDIASET
Che aggettivo per la stagione della Roma?“Tanti aggettivi positivi, abbiamo iniziato la gara che la Juve aveva vinto e che qua è sempre difficile, lo sapevamo. Per questo sono felicissimo per i ragazzi che lo meritano di giocare la Champions a 4 gare alla fine. La stagione non è finita e possiamo ancora sognare”Scudetto?

“Le cose succedono quando meno te le aspetti. Mancano 12 punti. Noi giocheremo sempre per vincere e aspettare i risultati della Juve. Ora godiamoci la qualificazione e poi c’è il Milan in casa”

Ljajic, grande partita?

“Adem ha lavorato bene qui a Firenze. Lui ha tanto talento, ha fatto un assist e mezzo. Lo abbiamo preso per questo”

Gervinho, brutto errore?

“Può succedere a tutti i grandi giocatori. Ha sbagliato, succede. Se siamo in Champions è merito è anche grazie a lui, ed è merito di tutti, l’ivoriano ha avuto un grande rendimento. Ci saranno ancora 4 partite dove lui e la squadra faranno belle cose. Vogliamo vivere fino alla fine con entusiasmo gioia”

Totti non sembrava contento di uscire?

“Francesco è un grande campione, sono felice della sua stagione e di averlo qua con me. Lui è importante e pensa sempre alla squadra.”

L’anno prossimo punterà allo Scudetto, ma come si può migliorare una stagione così positiva?

“C’è sempre da migliorare. Con questa stagione la Roma è migliorata tanto, anche nei singoli. Ora abbiamo tutto il tempo per lavorare per la prossima stagione. Ma il campionato non è chiuso. Lo ricordo. Contro il Milan ci sarà un Olimpico pieno, sarà una bella partita. Con 4 gare di anticipo abbiamo la sicurezza di giocare la Champions, ed è importante”

GARCIA A ROMA CHANNEL

“E’ una gioia vedere la felicità dei miei ragazzi e di Roma”

Il segreto di questo gruppo?
“La stagione non è finita. Voglio lottare con questo attegiamento, non è che ora la stagione è finita solo perchè abbiamo raggiunto questo obiettivo. Possiamo ancora sognare. Il distacco dalla Juve è importante. Finchè la matematica non ci condanna ci dobbiamo credere”

Maicon non se la prende con gli arbitri per il distacco dalla Juve.
“E’ molto giusto”

Una Roma perfetta. E’ migliorata anche sotto l’aspetto delle palle inattive?
“L’unica occasione è stata su una punizione laterale che non ci doveva essere perchè non c’era il fallo su Cuadrado. Nel secondo tempo abbiamo difeso con una squadra compatta e pochi spazi. Hanno tirato molto da fuori ma con pochi pericoli per De Sanctis. Noi potevamo fare meglio su contropiede ma è merito della Fiorentina”

 

 

GARCIA ALLA RAI

Missione compiuta: Champions League con 4 giornate d’anticipo e ottava vittoria consecutiva. Questa è la sua stagione capolavoro? 
La stagione non è finita sopratutto. Abbiamo raggiunto questo traguardo di essere sicuri di giocare la Champions sopratutto perchè pochi minuti prima della gara abbiamo saputo il risultato della Juve ed è per questo che sono felicissimo e posso ridere e possiamo ancora sognare

Aver fatto sentire tutti importanti è il simbolo di questa stagione? 
E’ la verita, ogni giocatore è importante. Questo traguardo è il merito di tutti, di ogni persona che lavora a Trigoria. Ora siamo felici e lo dico ancora c’è una gara importante da giocare venerdì prossimo e dobbiamo fare più punti possibili da qui alla fine della stagione.

Qual è stato l’ostacolo più duro da superare per mettere insieme una squadra come questa? 
Lavorare sul campo e dare una identità di gioco alla squadra, questo entusiasmo è veramente una soddisfazione molto importante per me. Lo abbiamo visto al secondo tempo quando abbiamo deciso di aspettare la Fiorentina e chiudere tutti gli spazi, anche se in contropiede non abbiamo fatto molto, abbiamo fatto una gara decisiva per avere 82 punti ed essere sicuri di giocare la Champions la prossima stagione.

Per decenni ci siamo raccontati che eravamo i migliori interpreti nella fase difensiva, ha imparato un po da noi oppure è tutta roba sua? 
L’atteggiamento difensivo di ognuno che conta. I nostri attaccanti sono la prima linea difensiva che lavorano tanto per aiutare la squadra. Poi abbiamo giocatori d’esperienza come De Rossi e Maicon e abbiamo trovato un’espressione collettiva con l’atteggiamento da grande squadra ma vogliamo migliorare ancora.

Siete a 8 punti dalla Juve, qual’è la differenza tra voi e i bianconeri? 
Per il momento ci sono 8 punti. Ci sono ancora 12 punti da assegnare. Loro devono venire qui a Roma. Fino alla fine ci dobbiamo credere e per credere dobbiamo fare una grande gara contro il Milan, ci dobbiamo credere fino alla fine

Nella sua filosofia quanto conta l’allenatore nei successi di una squadra? 
Una cosa che mi ha fatto piacere, perchè so quanto vuol dire per un giocatore parlare a favore del suo allenatore (ride, ndr)… mi hanno fatto enormemente piacere i complimenti di Daniele De Rossi in un video per il mio compleanno.

GARCIA IN CONFERENZA STAMPA

Il vostro sentimento prevalente? 
Sono felice per la vittoria e per la qualificazione diretta in Champions ma posso dire che non è finita, con questa vittoria possiamo ancora sognare.

Ljajic si è sbloccato secondo lei? 
Non è stato bloccato, ha giocato bene perché gli altri hanno fatto benissimo, non dimenticate che siamo arrivati a 8 vittorie di fila. Ognuno è importante per me e per ognuno c’è il suo momento. Con l’Atalanta sapevo che poteva essere decisivo, stasera sapevo che era particolare per lui. Non dimentico che Montella ha fatto un grande lavoro con lui, io lo sto continuando.

Il vantaggio della Juve? 
Vedremo a fine campionato, ancora non lo sappiamo.

Avrebbe scommesso su una Roma campione con più di 90 punti? 
Tutti pensano che la stagione è chiusa, ma non è così, ci sono ancora 12 punti da prendere e tanti sforzi da fare. Oggi va bene festeggiare la Champions, ma abbiamo il Milan. Voglio vivere emozioni con questa rosa e ci dobbiamo credere.

Un secondo posto a più di 90 punti le farebbe rabbia? 
Al momento non lo sappiamo. Abbiamo poche chance, ma dobbiamo giocarcele fino alla fine.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy