Garcia: “Orgoglioso dei miei ragazzi. Possiamo dire la nostra fino alla fine”

“Giocare a Manchester contro un club che è uno dei più ricchi al mondo è una cosa fantastica. I ragazzi se lo meritano perché hanno lavorato molto bene e abbiamo visto che lo spirito di squadra”

di finconsadmin

Ecco le parole di Rudi Garcia ai microfoni di Sky, Mediaset e Roma Tv al termine di Manchester City-Roma 1-1.

 

Fa piacere al calcio italiano vedere la sicurezza con cui la sua squadra ha affrontato questa partita, è anche un bel segnale per il calcio italiano vedere la squadra più importante della premier a imporre per un bel pezzo di partita il proprio gioco
Ci siamo mostrati all’altezza di questo gruppo, sono fiero dei miei giocatori perché è successo quello che abbiamo previsto, che abbiamo avuto i nostri momenti, forse abbiamo avuto anche più occasioni. E poi abbiamo sofferto come previsto negli ultimi dieci minuti perché a centrocampo giocano sempre gli stessi da settimane e lo stesso i centrali difensivi. Sono molto soddisfatto di aver visto una Roma che ha giocato con grande personalità.
E’ stato molto importante il lavoro di testa di motivazione individuale dei giocatori, c’era stato Cole che aveva avuto un approccio difficile nelle prime partite lei ha dato fiducia al giocatore che le ha dato una risposta molto importante. Di quello aveva bisogno Cole?

La risposta è stata clamorosa questa sera di Ashley, un po’ l’aria dell’Inghilterra ha fatto questo. Lui a parte una partita fuori casa ha sempre fatto il suo mestiere e le partite giuste ma questa sera ha dimostrato di essere un grande campione.Questa Roma da subito è all’altezza di una competizione così importante. Tutti i dubbi che potevano esserci sono stati fugati subito, come mai? E’ già una squadra all’altezza di potersi qualificare e fare un passo importante in Champions?
Siamo ancora lontani da questo, ma prendendo anche un punto questa sera lasciamo il City a tre punti dietro di noi, dopo ci saranno le doppie gare contro il Bayern ma questa gara può dare ancora più fiducia. Possiamo sicuramente dire la nostra, anche in questo girone di ferro come lo avete definito tutti.Grande equilibrio tra disciplina e libertà, è il modo migliore per tirare il massimo dai propri giocatori, e lei c’è riuscito.
Abbiamo un’identità di gioca ma bisogna anche avere un grande equilibrio. I giocatori sono veramente bravi a mettere in campo le cose che abbiamo lavorato da quattordici mesi ad adesso, ma è tutto loro il merito perché abbiamo giocatori con talento immenso. Questa sera abbiamo isto giocatori che sono capaci di dare tutto in campo di fare corse difensive e di impegnarsi anche in difesa, perché hanno capito che queste partite bisogna giocare il nostro gioco ma stare anche attenti alla qualità degli avversari.Ho visto in lei lo sguardo come per dire “Ci siamo, come forse neanche noi speravamo di arrivare”
Io ho tanta fiducia nei miei uomini, e giocare a Manchester contro un club che è uno dei più ricchi al mondo è una cosa fantastica. I ragazzi se lo meritano perché hanno lavorato molto bene e abbiamo visto che lo spirito di squadra c’è, e con questo possiamo fare grandi cose. Adesso bisogna recuperare che c’è una gara importante domenica

GARCIA A ROMA TV

Sensazioni su questa partita?

Abbiamo giocato con grande personalità, dopo pochi minuti eravamo in svantaggio ma la squadra è rimasta serena e sicura delle sue forze. Abbiamo giocato il nostro gioco, abbiamo difeso bene e attaccato bene. Mi sembra che abbiamo avuto delle occasioni, la traversa, una con Gervinho e il pareggio del capitano. Potrà contare tanto questo risultato.

 

Totti sempre più leggenda, gli mancava il gol in Inghilterra, oggi ha segnato anche qui.

Sì gli mancava di segnare in Inghilterra. Sono felice, ha dimostrato di saper giocare sempre per la squadra e grande lucidità sotto la porta.

 

Dopo il rigore c’è stata la reazione di tutta la squadra. Da dove nasce questa grande consapevolezza?

E’ necessario godersi questa Champions, abbiamo lottato tanto l’anno scorso e questa sera sono fiero perchè ci siamo dimostrati all’altezza di questo girone. Il talento c’è e soprattutto lo spirito. Maicon forse è stato l’emblema della nostra reazione per dire che possiamo fare grandi cose.

 

Le è piaciuto di più il possesso palla della Roma o la capacità di resistere agli assalti del Manchester?

Tutte e due le cose. Era previsto di poter avere la palla anche con una squadra che non entra mai in questo reparto. Era necessario fare così, i due esterni di attacco hanno difeso bene ed aiutato i terzini. Per 70 minuti abbiamo avuto la giusta energia per rispondere bene, poi era previsto perchè ci sono giocatori che giocano sempre ed è normale che soffrano un po’ alla fine.

 

La Juve è meno tranquilla da stasera?

Io so che abbiamo 5 giorni che saranno abbastanza per avere energia per andare a giocare questa grande sfida. Domenica giochiamo ancora una gara di alto livello e la gara di stasera servirà anche per domenica.

 

GARCIA A MEDIASET

Roma sontuosa…
E’ vero che abbiamo iniziato con lo svantaggio, ma i ragazzi sono stati bravi. Abbiamo avuto anche due grandi azioni da gol con Maicon e Gervinho. Alla fine siamo calati perchè ho giocatori in difesa e a centrocampo che giocano da tante partite, a causa degli infortunati.

Totti…
Mi ha fatto tanto piacere che ha segnato, gli mancava il gol in Inghilterra. E’ un fenomeno. Riesce a fare ancora tante cose come andare in profondità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy