Garcia: “La squadra puo’ ancora crescere. La sosta ci aiuterà a recuperare Destro. Gervinho parte se non ci sono rischi. Lìobiettivo resta il terzo posto”

di finconsadmin

Ecco le parole di Rudi Garcia nella conferenza in vista di Roma-Sassuolo.

 

Col Napoli vittoria di Pirro, la Roma con Borriello fa fatica? Sensazione giusta?

No, non penso questo. Abbiamo vinto 2-0 col Napoli con Marco in campo e Udine uguale e giocavamo in dieci, col Chievo sapevamo di una partita chiusa e abbiamo vinto grazie a Marco Borriello. Il centravanti ha bisogno del buon gioco della squadra, che sia Borriello o un altro, bisogna mettere palloni buoni in area. Possiamo migliorare su questo piano ma le due ultime partite abbiamo trovato l’avversario schierato che aspetta il nostro errore. Mi è piaciuto che siamo stati pazienti”.

 

Questa squadra può ancora crescere? Può migliorare con giocatori così forti e giovani? Ieri abbiamo sentito Pjanic in una intervista.

Per i giocatori forti e che amano toccare bene la palla, per loro giocare collettivamente è più facile, Miralem è fortissimo.

 

 

Destro? Torna dopo la sosta?

E’ uscito da questa infermeria e questo è importante, ora lavora col gruppo e sono contento di questo. Mattia ha bisogno di lavorare sul piano fisico, deve ritrovare le sensazioni del giocatore. Per fortuna c’è la sosta, cosi lavora forte e tornerà per aiutare la squadra.

 

Il primo pareggio è venuto quando Pjanic è stato spostato dal suo ruolo. Un caso? La sua posizione è indispensabile per dare fantasia alla squadra?

Non sono d’accordo. Sono contento ad esempio della partita di Michael Bradley, forse il migliore del centrocampo a Torino. Miralem non gioca come un attaccante di profondità, ma con un avversario che fa densità a centrocampo può essere un vantaggio avere giocatori che possono dare numeri al nostro gioco.

 

La Costa d’Avorio ha convocato Gervinho. Come ha vissuto questa convocazione? Il giocatore come sta?

E’ semplice, abbiamo bisogno di vedere la sua condizione giorno dopo giorno. Sta meglio, corre e lo farà anche oggi pomeriggio. Spero di averlo nel gruppo la domenica, se sarà con noi non è un problema per me se andrà in Nazionale. Se c’è un rischio dobbiamo valutarlo, sia per domenica che per la partita con il suo paese. Per fortuna il ct della Costa d’Avorio è bravo e intelligente, abbiamo parlato. Sa qual è la sua situazione, è importante che non prenda rischi anche per la Costa d’Avorio, che gioca una gara fondamentale per il Mondiale. Questa situazione sarà risolta con intelligenza.

 

Benitez ha detto che la Roma è favorita perché non gioca le coppe. E’ vero?

Non è così, quando prendi 31 punti su 33 non è solo per questa ragione, inoltre Juve e Napoli giocano le coppe e sono solo 3 punti dietro di noi. Domenica dobbiamo vincere, abbiamo tantissima voglia, di vincere e continuare la nostra marcia, e poi sarà la prima volta in cui saremo sicuri di prendere punti ad entrambe.

 

Dopo la partita di Torino ha detto “sarebbe interessante vedere la classifica senza errori arbitrali”, in questa classifica la Roma avrebbe un vantaggio di 9 punti…non pochi, e il Napoli non sarebbe secondo…

La classifica attuale mi va bene, abbiamo voglia di restare primi e fare punti, sarà difficile con il Sassuolo ma spero sia difficile anche per loro, bisogna solo concentrarci su questo punto.

 

Dopo il Torino la squadra è rimasta sulle ali dell’entusiasmo o c’è stato un piccolo scoraggiamento?

Dopo la partita ho visto una squadra arrabbiata, ha tanta voglia di vincere ed era già concentrata sulla partita del Sassuolo. mi sono piaciuti tanto gli ultimi 20 minuti di partita. E’ stato un bel segnale per l’allenatore e sulla voglia della squadra. Erano tutti veloci e concentrati, facevamo di tutto per tornare in vantaggio, mi è piaciuto molto questo aspetto.

 

Vedrà domenica sera Juventus-Napoli? Meglio un pareggio?

Prima dobbiamo prendere 3 punti noi. Questo è fondamentale, dobbiamo vincere. Su quella ipotesi, quando vinciamo è sempre meglio che le altre pareggino. Sempre meglio…

 

 

 C’è secondo lei, per il gioco espresso e per la qualità dei giocatori, una squadra che si è distinta tra le big e che meriterebbe più delle altre lo scudetto? Se tra queste non c’è la Roma, per quale motivo?

Per me tutte le squadre che sono nella prima parte della classifica sono squadre che hanno fatto molto bene. Juve e Napoli hanno una rosa per la Champions e per vincere lo scudetto. Indietro ci sono Inter e Fiorentina, anche il Verona, che giocano bene e hanno fatto risultati importanti. Nulla è chiuso riguarda la classifica. Sempre meglio avere il maggior scarto possibile sul quarto. Per fare la migliore stagione possibile è meglio non avere infortuni importanti, oggi non è il caso.

 

Quanto considera questa squadra dipendente da Francesco Totti?
C’è il rischio per il Napoli di perdere Higuain, c’è il rischio della Juve di perdere Tevez… Succede per tutti. Capita. Ma come ho detto prima, per il momento, anche se non vinciamo in modo spettacolare abbiamo preso 10 punti su 12 senza il Capitano e Gervinho. Per il momento l’assenza di Totti, come quella di Gervinho, non conta. Conterà se durerà più a lungo nel tempo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy