Fuga dagli stadi, non solo l’Olimpico: piangono anche il San Paolo e San Siro

Fuga dagli stadi, non solo l’Olimpico: piangono anche il San Paolo e San Siro

Da 10 anni ad oggi, la media degli abbonati in Italia è scesa di oltre il 60%. Stadi inadeguati e scomodi, invogliano i tifosi a restare sul divano e godersi la partita in televisione

di Valerio Salviani

Stadi deserti

Nel campionato che una volta veniva definito “il più bello del mondo”, il dato di decadimento più allarmante e triste, è rappresentato dal calo dei tifosi allo stadio. Da 10 anni ad oggi, la media degli abbonati in Italia è scesa di oltre il 60% e la causa principale è sicuramente la situazione in cui versano gli stadi stessi. Ma facciamo un passo indietro; correva l’anno 1990: l’Italia si apprestava ad ospitare i Mondiali di calcio, investendo miliardi nella ristrutturazione e costruzione di nuovi impianti. Gli stessi che, con qualche modifica dovuta soprattutto alle nuove norme di sicurezza, ritroviamo oggi, 26 anni dopo. Brutti, inadeguati e scomodi, invogliano i tifosi a restare sul divano e godersi la partita in televisione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy