Fonseca duro: “Il metro arbitrale in Italia non è uniforme”. Riecco Miki, Mihajlovic in emergenza

Fonseca duro: “Il metro arbitrale in Italia non è uniforme”. Riecco Miki, Mihajlovic in emergenza

Il tecnico portoghese si è lamentato per i troppi gialli. Medel, Poli, Santander e Sansone danno forfait. De Leo: “Ci affideremo ai giovani”

di Gianluca Viscogliosi

Paulo Fonseca senza peli sulla lingua. Diretto ed efficace come sempre. E per una volta anche duro verso la classe arbitrale. Questo è stato il tecnico giallorosso oggi in conferenza alla vigilia di Roma-Bologna: “Non mi piace parlare di arbitri, ma è difficile capire perché una squadra come la Roma abbia molti cartellini gialli. Ho visto molte partite in Italia e il metro di giudizio arbitrale non è la stessa per tutte le squadre, non è uniforme. Non facciamo così tanti falli cattivi da giustificare tutti questi cartellini gialli. La mia insoddisfazione nella partita è solo per questo”. Insomma, un messaggio chiaro alla classe arbitrale con l’obbiettivo però di migliorare quanto visto a Reggio Emilia contro il Sassuolo, sia dal punto di vista tecnico-tattico sia dal punto di vista della mentalità: “E’ un problema soprattutto di come abbiamo iniziato la partita. Quando si sbaglia così, come nei due primi gol, la squadra ha perso un po’ di equilibrio. Dopo l’intervallo siamo stati meglio in campo, perché dopo il secondo gol abbiamo perso equilibrio. E’ vero che abbiamo giocato bene con la Lazio, ma la prima parte con il Sassuolo è stata totalmente diversa. Il principale problema è stato tecnico e tattico. Questo è il problema principale“. Intanto la squadra ha svolto la rifinitura a Trigoria, con Mkhitaryan ormai in pianta stabile in gruppo e inserito anche nella lista dei convocati dal tecnico portoghese.

MIHA – Anche a Casteldebole il Bologna ha ultimato i preparativi per la trasferta capitolina. A presentarsi in conferenza stampa è stato il collaboratore di Mihajlovic, Emilio De Leo, che si è espresso principalmente sull’emergenza infortuni rossoblù: “Credo che i nostri giovani siano pronti e lo hanno dimostrato fino ad oggi più volte. C’è stata una crescita graduale e costante, hanno dimostrato di avere le idee chiare e di avere acquisito una certa maturità. Stanno crescendo tanto come persone anche fuori dal campo”. Tante però le assenze per Miha, che dovrà fare a meno di Santander, Medel, Poli e Sansone. A dirigere le operazioni ci sarà Guida, che verrà coadiuvato al Var da Irrati. Bilancio tutto sommato positivo, con 19 partite sono 9 le vittorie con 4 sconfitte e 6 pareggi. In questa stagione la Roma e Guida si sono già incrociate in tre occasioni: la prima il derby di andata finito 1-1, poi la vittoria 3-1 in casa del Verona a dicembre e infine il ko contro la Juve dello scorso 12 gennaio.

DISAVVENTURA – Per una Roma concentrata sul campo per non ripetere gli errori di Reggio Emilia, c’è un Nicolò Zaniolo ancora ai box che prosegue il costante percorso di riabilitazione. Ad aggiornare il popolo romanista circa le condizione del giovane talento è stata Sara Scaperrotta, fidanzata del calciatore: “Pronto per l’Europeo? Questo non lo so, ma penso proprio di sì, piacerebbe a tutti. Lui ci sta mettendo tutta la buona volontà per tornare più forte di prima”. Intanto la famiglia Zaniolo è andata incontro a un’altra disavventura. Questa mattina infatti Francesca Costa, madre del romanista, ha trovato la sua macchina completamente vandalizzata e ha riportato il tutto sui social: “Meno male che ci si ama, fosse il contrario mi dovrei far spiegare qualche passaggio. Buona giornata a voi che non perdete il vizio di farci delle gradite sorprese”. Queste le parole a commento delle foto dell’accaduto.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy