Florenzi: “La mia speranza è tornare a giocare con la Roma”

di Redazione, @forzaroma

Domani, martedì 13 Marzo 2012, intervista esclusiva ad Alessandro Florenzi su Il Corriere Laziale, il quotidiano che da 40 anni si occupa del calcio giovanile e dilettantistico della regione a 360°.

Il talento di proprietà della Roma, Campione d’Italia Primavera lo scorso anno in giallorosso, e punto fermo della nazionale Under 21 allenata da Ciro Ferrara, racconta le sue impressioni del suo primo vero anno da calciatore tra i professionisti, nel quale ha già collezionato 24 presenze nel campionato di Serie B con la maglia del Crotone, condite anche dal notevole bottino di 7 reti realizzate.

Di seguito, un estratto dell’intervista a cura di Fabio Belli che potrete leggere, completa, nell’edizione di domani de Il Corriere Laziale.

 

Considerando le tante richieste avanzate per te sul mercato in estate, da capitano della squadra Campione d’Italia Primavera, com’è maturata la scelta che ha portato al tuo approdo a Crotone?

“Sapevo che qui a Crotone gli spazi per i giovani erano importanti, è un club ormai famoso per concedere una buona chance ai talenti più promettenti. Decisivo in questo senso è stato anche il parere del mio ex compagno di squadra in Primavera Crescenzi, che l’anno scorso a Crotone ha disputato una stagione a livelli eccellenti, facendo cose importanti.”

La versatilità è sempre stata il tuo forte, ma a Crotone ti stai superando, svolgendo i più svariati compiti a centrocampo, e non solo…

“E’ vero, ho giocato anche da esterno destro di difesa raccogliendo una richiesta del mister Menichini, che si era trovato scoperto in quel ruolo e mi ha chiesto un sacrificio. La mia disponibilità è stata massima fin dall’inizio, e per fortuna anche ciò che si è visto sul campo ha lasciato ben sperare…”

Tenendo conto anche del rendimento di Viviani, la Roma potrebbe avere in casa una coppia di centrali di centrocampo dal futuro assicurato, e costruita tutta in casa. Tu quest’anno hai risposto alla grande al battesimo di fuoco della Serie B: un ritorno a Trigoria per giocare al fianco di Totti e De Rossi è già qualcosa di più concreto di un sogno?

“La mia speranza professionale principale è tornare a giocare con la Roma, e riuscire anche, un giorno, a vestire la maglia giallorossa ad alti livelli. Ritengo però che la cosa più saggia sia sempre concentrarsi sul presente, ed il mio presente è il Crotone: il campionato è tutto da giocare, gli obiettivi stagionali sono in bilico e dunque ci sarà tempo per pensare al futuro. Una cosa però l’ho capita qui, ed è che per crescere ho bisogno di imparare sul campo, e giocare: dunque fermo restando la priorità alla Roma per il futuro, non è detto che la soluzione migliore non possa essere ancora passare un po’ di tempo lontano dalla Capitale, per migliorare ancora.”

Foto: Il Corriere Laziale

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy