E’ tornato Kansas City 1927: giocamo co’ Erca Tagna

di Redazione, @forzaroma

Torna a scrivere e a far sorridere tifosi giallorossi e non solo. Anche dentro le mura di Trigoria i post di Kansas City 1927 (il duo Diego Bianchi “Zoro” e Simone Conte) sono diventati ormai un cult, imperdibili ogni qualvolta giocatori e dirigenti aprono il loro Ipad. Dopo l’annuncio di “fine trasmissione” e la serata nella quale hanno scoperto la loro identità, eccoli tornare a scrivere alla vigilia dell’inizio campionato.

A scheda prepartita, ciavrà ancora senso? Boh, nse sa. Ar callo de Lucifero stamo qui a rimuginasse addosso sur da fasse. Pia Erca Tagna, presempio. Pialo. Preso? Ok, mo rimettilo a posto, che mica è tuo, è de Purvirenti. Come dici? Purvirenti t’ha rovinato la vacanza e mo je la voi rovinà te? Purvirenti poteva comprà nargentino de meno e pagà na ostess de più? Sì vabbè, ma a parte er rancore personale, quello che stamo a cercà de argomentà è che Erca Tagna è lo stesso dell’anno scorso, o armeno così ce pare.

 

E però come se dice? Bona fine e bon principio. Insomma, tocca principià, pure se a noi Erca Tagna ce ricorda più la fine, de ssagioni cor sogno strozzato in gola o de partite cor pallone strizzato nell’acqua, interotte precox e finite a Xanax, ma a sto giro ce tocca al’inizio. Ma a noi er cambiamento ce fa mbaffo, a noi che pe er secondo anno consecutivo ce toccherà guardà le partite cor facciario a portata de mano pe non fa come l’anno scorso che erano tutti Lamela, figurate se se impressionamo a pescà Erca Tagna ala prima. Figurate se stamo mpenziero pe sta cosa.

 

CONTINUA A LEGGERE

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy