Dopo dieci mesi torna a segnare un difensore. L’ultimo fu Juan all’Inter

di Redazione, @forzaroma

(di Alessio Nardo) Quattro fischi e a casa. Con tanti saluti alla pletora degli ex tinta di viola. La Roma di Zdenek Zeman prosegue la sua striscia positiva, centrando il nono successo stagionale (ottavo sul campo), quarto all’Olimpico. I giallorossi vanno in gol da 17 gare consecutive (l’ultimo “zero” a Verona contro il Chievo, lo scorso 1° maggio) e in casa da ben 19 mesi: ultimo match interno senza reti, Roma-Milan 0-0 del 7 maggio 2011. Particolare curiosità: Chievo e Milan (rispettivamente in trasferta e in casa) saranno proprio le prossime due avversarie dei capitolini, prima della sosta natalizia.

 

Quattro vittorie di fila mancavano da quasi un anno. Tra il 18 dicembre 2011 e il 21 gennaio 2012, gli uomini guidati da Luis Enrique riuscirono a battere, in sequenza,  Napoli (3-1), Bologna (2-0), Chievo (2-0) e Cesena (5-1), con la sola “intrusione” del match di Catania del 14 gennaio, sospeso sull’1-1 per maltempo. Il risultato di 4-2 nelle sfide di campionato tra Roma e Fiorentina si era verificato una sola volta, esattamente ottant’anni fa, l’11 dicembre del 1932 (doppio Costantino, reti di Fasanelli e Eusebio). L’ultimo trionfo casalingo con tale punteggio era datato 6 gennaio 2011, con il Catania: decisive le doppiette di Marco Borriello e Mirko Vucinic. Zdenek Zeman consolida l’imbattibilità da tecnico romanista contro i viola (tre successi su tre in casa, due pari al Franchi), mentre Vincenzo Montella incassa la prima sconfitta dinanzi alla “sua” Roma.

 

Francesco Totti, autore di una prestazione fantastica, sale a quota 6 gol in stagione. Il Capitano sembra avere un conto aperto con l’ex compagno Montella: la sua ultima doppietta, infatti, risaliva al 5 maggio 2012, contro il Catania guidato dall’Aeroplanino. Tutti i quattro attaccanti titolari a disposizione di Zeman (Totti, Osvaldo, Lamela e Destro) hanno realizzato almeno una doppietta nel campionato in corso. Pablo Daniel Osvaldo aggancia Erik Lamela a quota 8 reti: l’italoargentino non segnava su azione dal 4 novembre (4-1 al Palermo). Leandro Castàn è l’undicesimo giocatore ad andare in gol quest’anno. L’ultimo sigillo di un difensore puro? Il 5 febbraio scorso: 4-0 all’Inter, incornata vincente di Juan al 13′.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy