Di Francesco: “Col Barça non snaturiamoci”. Monchi su Talisca, Schick torna al gol

Il tecnico giallorosso: “Non faremo una gara d’attesa. Scudetto? Napoli e Juve più forti”. Monchi: “I catalani seguono Under”. Il ceco a segno nella vittoria con la Cina. L’Italia piange Fabrizio Frizzi

di Francesco Iucca, @francescoiucca

La Roma torna ad allenarsi nel centro sportivo di Trigoria, ancora senza i nazionali impegnati in giro per il mondo. I giallorossi sono scesi in campo questa mattina dividendosi tra lavoro atletico e partitelle a campo ridotto. Ancora a parte Defrel e Karsdorp, mentre per domani è prevista doppia seduta.

DI FRA PUNTA IL BARÇA – A dirigere l’allenamento odierno però c’era Francesco Tomei, vice di Eusebio Di Francesco che oggi era a Coverciano per la cerimonia della ‘Panchina d’Oro’ (vinta da Allegri). Il tecnico giallorosso ha rilasciato anche alcune dichiarazioni sui prossimi impegni della Roma: “È il momento più delicato della stagione. Come si ferma il Barcellona? È una bellissima sfida, non abbiamo paura ma rispetto. Non faremo come Mourinho nel 2010, non dobbiamo perdere la nostra identità per fare una gara di attesa. Scudetto? Avremmo potuto fare sicuramente meglio, ma ho sempre ritenuto che Napoli e Juventus avessero qualcosa in più di noi. Ai ragazzi però dico che non si devono mai accontentare”.

NAZIONALI – La settimana dei giallorossi si è aperta con la gioia di Patrik Schick: l’attaccante classe ’96, nella finale per il terzo posto della China Cup, è entrato nella ripresa segnando il gol del 2-1 contro la Cina propiziando anche il 3-1. La partita è terminata 4-1 per la Repubblica Ceca.Ho segnato un gol che probabilmente mi aiuta, ma non voglio esagerare e sopravvalutarlo, devo ancora crescere – le parole di Schick dopo il fischio finale –. Mi piace giocare in un attacco a due, si adatta alle mie qualità. Ritorno? Dopo un viaggio di 12 ore sarò un po’ stanco, ma sarei felice di giocare con la Roma”. L’allarme sembrava essere arrivato da Radja Nainggolan, che non si è allenato nella rifinitura in vista della sfida di domani contro l’Arabia Saudita. Da Trigoria però sono tranquilli, il Ninja ha usufruito di un semplice permesso per motivi personali accordato dal Belgio e a Brussels ci sarà. “Nainggolan avrà l’occasione di scendere in campo e farsi vedere – aveva detto il ct Martinez. Lo vedo come un centrocampista offensivo. La partita con l’Arabia Saudita non sarà decisiva per i 23 del Mondiale”. Questa sera in campo l’Olanda di Strootman contro il Portogallo di CR7: il centrocampista della Roma è partito però dalla panchina. Domani contro il Senegal sarà di nuovo in campo anche Edin Dzeko, come annunciato dal ct della Bosnia Prosinecki.

MERCATO – L’obiettivo della Roma targata Monchi è quello di agire su una ‘linea verde’, che punti su giovani talentuosi che possano esplodere in futuro consentendo di incrementare il patrimonio tecnico ed economico della società. Tra i nomi nuovi c’è anche quello di Anderson Talisca, attaccante brasiliano classe ’94 del Besiktas ma di proprietà del Benfica, valutato più di 20 milioni di euro. “E’ forte e promettente, ma non ci siamo mossi su di lui”, ha commentato Monchi. Il ds giallorosso ha parlato ai media turchi: “Siamo veramente soddisfatti di Cengiz Under, è normale ci volesse un periodo di adattamento. Non è stato facile prenderlo, c’era anche il City. Diventerà molto importante, mi hanno detto che il Barcellona lo sta seguendo. Seguiamo diversi giocatori in Turchia, come Soyuncu“. Dalla Superliga potrebbero arrivare in prova due giovani promesse: Yunus e Sefa Akgun. Per la porta intanto si segue sempre Mattia Perin: Cercheremo di trattenerlo, però può avere delle richieste da squadre che giocano in Champions. Vedremo con lui e il suo agente”, le parole del ds del Genoa Perinetti. In uscita invece l’Inter continua a puntare Kevin Strootman: è lui il prescelto in caso di qualificazione in Champions dei nerazzurri. Tra i nomi potenzialmente in bilico c’è anche quello di Alessandro Florenzi, che piace alla Juve: “È la squadra giusta per un grande giocatore. Per un giocatore che vuole diventare più forte di quello che è, la Juve sarebbe un passo perfetto”, il consiglio del portiere bianconero ex Roma Wojciech Szczesny.

LE ALTRE NEWS – Intanto buone notizia in casa Bologna, che recupera il secondo portiere Angelo Da Costa (Mirante sarà squalificato sabato) e Andrea Poli, rientrati in gruppo proprio nella seduta di oggi. Dopo la gara del Dall’Ara la Roma sarà impegnata nell’andata dei quarti Champions contro il Barcellona: “In due partite la sfida è equilibrata“, ha commentato Zdenek Zeman. Sulla stella lunghezza d’onda un altro ex come Claudio Ranieri: “Io da allenatore dico sempre 50 e 50. Non si parte mai battuti. Perché andare lì e avere paura? I blaugrana sono una squadra immensa ma proprio per questo ci sarebbe ancora più gusto nell’eliminarli”Chiude Aurelio Andreazzoli:I giallorossi se la possono giocare, le gare partono sempre dalla parità e la loro evoluzione non è prevedibile. Sarà un bello spettacolo anche se il Barcellona ovviamente parte coi favori del pronostico”. Stamane l’Italia si è svegliata con una brutta notizia: il noto e stimato conduttore Fabrizio Frizzi è scomparso all’età di 60 anni. Storico volto Rai, non ha mai nascosto il suo amore per i colori romanisti. “Mi unisco al dolore di tutti per la sua scomparsa, un amico ma soprattutto una splendida persona”, il cordoglio di Eusebio Di Francesco.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy