Garcia: “Siamo gli outsider, ma domani possiamo colpire il City”. Cole: “Giocheranno con molta pressione” – FOTO – AUDIO

Domani sera andrà in scena la seconda partita del Girone E in cui si affronteranno Manchester City e Roma nella cornice dell’Etihad Stadium. Il tecnico francese è concentrato: “Sono sicuro che avremo il nostro momento domani e lo dovremo sfruttare al meglio. Ma la gara non sarà decisiva per la qualificazione”

di Marco Cruciani, @marconintytwo

Una notte da brividi. E’ quello che aspetta domani sera alla Roma e a Rudi Garcia visibilmente concentrato e pronto alla partita più affascinante e importante di questo inizio di stagione. I giallorossi fino a questo momento sono sempre stati all’altezza della situazione riuscendo a risolvere anche le situazioni più complicate e portando sempre a casa il risultato. Domani, però, c’è il City. I campioni d’Inghilterra. Una grande squadra, ancora più difficile da affrontare se si pensa che giocheranno tra le mura amiche dell’Etihad Stadium.

 

“Il City è una squadra di possesso, lo abbiamo studiato e loro hanno questa qualità perché con i giocatori importanti sanno accelerare il gioco.- rivela il tecnico francese- Domani vedremo che atteggiamento avranno ma noi dovremo essere pronti a rispondere a tutti i possibili atteggiamenti della squadra avversaria.”. Sicuramente Dzeco e Aguero sono i due attaccanti più forti che si troverà di fronte la linea a quattro di difesa della Roma guidata da Manolas e Yanga-Mbiwa, ma questo non spaventa l’allenatore sicuro di avere, nell’arco della gara, la possibilità di colpire per fare male agli inglesi. “C’è la fase difensiva ma dovremo avere un ottimo piano offensivo per penso che domani avremo il nostro momento e dovremo sfruttarlo al meglio”

 

A prescindere dal blasone dell’avversario e dalla tipologia della partita non cambia il messaggio che Gracia da alla squadra e la mentalità con cui gli undici che domani sera entreranno in campo dovranno avere. “Abbiamo 3 punti e abbiamo cominciato bene, ci danno la possibilità di giocare senza pressione. Dopo il sorteggio questa era una partita già persa per la Roma, noi abbiamo tanto da guadagnare a vincere questa partita, loro di più a perderla”. D’altronde ogni sfida importante non ha bisogno di particolari presentazioni soprattutto se giocata nel palcoscenico prestigioso della Champions League. Queste partite sono le più facili da preparare non bisogna neanche motivare i giocatori. Domani entreremo in campo senza fare calcoli. Siamo degli outsider, visto che ci sono i campioni di Germania e Inghilterra. Ma questa cosa ci dà tanto orgoglio per dimostrare che la valutazione della nostra squadra può essere più alta. Non c’è nessuna sfida personale dobbiamo essere protagonisti e non spettatori di questa squadra. Sappiamo- conclude Garcia- che sarà dura ma farò di tutto per renderla dura anche per il City”. Discorso ineccepibile al quale si unisce uno che di partite europee ne ha giocate centoquattro, Ashley Cole, presente al fianco del tecnico nella conferenza stampa pre Manchester City-Roma.

 

“Per molti giocatori della Roma domani sarà un’esperienza incredibile. Affrontiamo una grande squadra ricca di grandi giocatori che possono fare la differenza. Ma ci concentriamo sui nostri punti forti e dobbiamo lavorare bene per affrontare una partita come questa”. La partita al di là del suo esito finale non sarà decisiva per il passaggio del turno, anche se, come rivela il terzino, “in caso di vittoria ci metteremmo in una buona posizione e per loro diventerebbe un cammino difficile”.

 

CONFERENZA STAMPA TESTUALE:

 

Domanda a Cole: Come è iniziata la tua esperienza in Italia e come ti senti di giocare contro Lampard?
“Bene, mi trovo bene. Sarà bello vedere Hart e Lampard, non mi aspettavo di giocare contro di lui. Se saremo scelti domani, sarà molto bello giocare.”

Domanda a Cole: quali sono le differenze tra la Serie A e la Premier League?
“Amo l’Italia e il suo gioco, molto differente nel gioco e nei giocatori. Noi giochiamo veloci, non solo in difesa ma anche in attacco. Il nostro allenatore è bravo. Sì, il calcio è differente, e mi piace la Premier ma mi piace molto giocare dove sono.”

Domanda a Cole: Hai detto che saresti sorpreso di vedere Lampard, perché giocherà per il City?
“No. E’ un giocatore bravo e il gol contro il Chelsea non gli è piaciuto molto farlo ma è il suo lavoro segnare per la sua squadra”

 

Domanda a Cole: In quale parte del campo il Manchester City è più forte della Roma?

“I giocatori del City sono bravi ovunque in campo, ci concentriamo su di noi e sappiamo dove sono i punti forti. Dovremo lavorare ancora di più su questa partita”

 

Domanda per Garcia: Mister alla vigilia della partita con il CKHA era ‘Godiamoci questa Champions’, qual è il messaggio che da alla squadra prima di questa partita?
“Sempre lo stesso. Noi abbiamo tre punti e abbiamo iniziato bene e questi tre punti ci danno la possibilità di giocare senza pressione. Prima del sorteggio tutti pensavano che la Roma doveva perdere questa partita invece io dico che noi abbiamo tanto da guadagnare, il City più da perdere”

Domanda per Cole: Hai giocato la Champions League con il Chelsea. Possono fare bene in questa competizione Roma e Manchester City?

“Speriamo di si, il City ha giocatori molto forti per alcuni giocatori della Roma questa sarà una grande esperienza. Speriamo di fare bene”.

Per Cole: Come è visto il City in Europa fuori dall’Inghilterra?
“Non so, forse è meglio chiedere al mister. Nel mondo sono conosciuti come grandi giocatori i vari Aguero, Dzeko, Yaya Tourè, sono giocatori molto conosciuti in tutto il mondo. Vincono e adesso vedremo come vanno”

Per Garcia: Il ruolo di terzo incomodo in questo girone che ruolo può essere per la Roma? Questa per lei che sfida è?
“Non dimentichiamo che siamo outsider perché veniamo dalla quarta urna non dalla terza, ma questo ruolo di outsider ci da molto orgoglio per mostrare che forse la valutazione della nostra squadra puo’ essere più alta.  Non c’è sfida personale c’è voglia di giocare. Già l’ho detto: dobbiamo essere protagonisti. Non dobbiamo essere spettatori sarà dura per noi ma dobbiamo fare in modo che sia dura anche per il City”
Domanda per Cole: Qual è la tua reazione alle parole di Ferdinand?
“Sono qui per parlare di calcio e basta”
Domanda per Garcia: Tolto l’Empoli, che con la Roma vi ha pressato alto, in Italia trovate squadre molto chiuse che non vi danno spazi mentre in Europa il Cska vi ha lasciato spazio e si è visto come è finita, che partita ti aspetti domani?
“Non ha detto niente il loro allenatore in conferenza stampa interessante per noi? Il City è una squadra interessante che abbiamo studiato a fondo; loro hanno questa qualità perché con i giocatori importanti sanno accelerare il gioco e domani vedremo che atteggiamento avrà il City ma noi dovremo essere pronti a rispondere a tutti i possibili atteggiamenti della squadra avversaria e non solo questo. Dobbiamo essere ben organizzati in fase difensiva per recuperare il pallone ma per poi ripartire bene in fase offensiva. Sono certo che domani avremo il nostro momento e dovremo sfruttarlo al meglio”
Se domani vincete pensate che sarà una sconfitta totale per il City?
Garcia: “Non sarà finito il girone domani è solo la seconda partita come ho detto all’ inizio noi abbiamo tre punti se domani saremo in grado di avere più punti alla fine della partita sarà un passo interessante per la qualificazione ma in caso di esito negativo, al quale non voglio neanche pensare, ci saranno ancora dodici punti in palio”
Cole: “Certo sarebbe più difficile per loro se perdono ma non sarà facile domani. Una vittoria ci metterebbe sicuramente in una posizione migliore”
Per Cole: La tua performance a Roma al momento è stata buona specialmente contro la Fiorentina cosi come per Lampard, ha sbagliato il Chealsea a farvi andare via?
“No, per me sono stati 8 anni decisivi e fantastici. Il Chelsea ha fatto una scelta. Non ho fatto cose pazzesche per ora ma se avrò la possibilità di giocare più partite migliorerò. Cercherò di ripetere quanto fatto al Chelsea”
Per Cole:C’è pressione per la gara di domani contro City?
“No c’è pressione per loro che hanno ottimi giocatori e so che sono molto affamati”
Per Garcia: De Sanctis come sta? Contro il City è meglio giocare senza una punta di ruolo?
“Per Morgan valuteremo tra poco sul campo. Ha un affaticamento muscolare e devo capire se è al 100% o no. Sulla seconda, non rispondo alle domande relative alla formazione per domani”
Per Cole:Perché sei più cauto in fase offensiva rispetto a quando giocavi in Premier?
“Perché sono vecchio, In Italia le cose sono diverse mi devo ambientare e come ho detto prima se avrò possibilità di giocare di più mi adatterò prima”
Questa gara è un po’ più difficile da preparare rispetto ad una gara importante, forse di più, come quella di domenica prossima? la concentrazione è sempre la stessa?
“Le partite di Clhampions League sono facili da preparare perchè non vanno motivati i giocatori. Abbiamo quasi una settimana dopo per preparare la prossima gara di campionato. Domani possiamo dare tutto in campo e già l’ho detto prima noi non facciamo calcoli. ”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy