C’è chi dice no…per andare alla Roma

di finconsadmin

(di Roberto Golino) La finestra di mercato invernale è giunta quasi al termine e la Roma, come confermano tanti esperti del settore, è la squadra che si è mossa meglio, colmando le lacune della prima squadra e assicurandosi i migliori talenti in erba del panorama calcistico internazionale. Il protagonista di questa straordinaria performance è Walter Sabatini, che dopo due anni di feroci critiche, gongola al pensiero di aver plasmato la creatura perfetta.

 

Un traguardo impensabile per tanti (se non per tutti) al termine della fallimentare stagione scorsa: i rifiuti di Walter Mazzarri prima e di Massimiliano Allegri poi, diedero alla piazza romanista una scoraggiante sensazione di ridimensionamento. C’era un tempo in cui Borriello e Burdisso rifiutavano la corte della Juventus per vestire la casacca giallorossa, ma quei giorni di rivalsa nei confronti della Vecchia Signora, sembravano ormai un lontano ricordo. Sabatini, però, continua a lavorare; ignora le critiche e va diritto per la sua strada. Comincia il calciomercato estivo e in barba alle deludenti prove mostrate dalla squadra negli ultimi tornei, calciatori di spessore e giovani promettenti cominciano a subire il fascino della Roma, scegliendo il club capitolino a discapito di realtà sulla carta più ambiziose.

 

Ho scelto la Roma preferendola ad altri club italiani che mi garantivano anche la Champions“: parola di Mehdi Benatia, roccioso difensore franco-algerino e tassello inamovibile nello scacchiere di Rudi Garcia. Sulla stessa lunghezza d’onda dell’ex-Udinese, Tin Jedvaj, promettente centrale difensivo croato, sceglie la capitale snobbando il Tottenham di Franco Baldini. Rifiuta i soldi della Premier League e nello specifico del Manchester United, anche Kevin Strootman, che nel giorno della sua presentazione alla stampa, motiva così la decisione di vestire la maglia giallorossa: “Sì, è vero, ho ricevuto altre proposte, ma ho scelto la Roma perché è un club di livello globale“.

 

Intanto inizia il campionato e gli ottimi risultati della squadra, contribuiscono ad accrescere l’appeal della Roma: nel mercato invernale, due pezzi da novanta approdano all’ombra del Colosseo. Radja Nainggolan e Michel Bastos. Il belga-indonesiano mette la Roma in cima ai suoi desideri, preferendo la formazione di Garcia al Napoli, alla Juventus e alle due milanesi. Il caso più clamoroso è decisamente legato all’ingaggio di Bastos: l’ex-calciatore dell’Al-Ain è atteso a Napoli per le visite mediche, ma al fotofinish, l’esterno brasiliano cambia idea: “Ho preferito la Roma al Napoli perché qui c’è un grande club con un grande allenatore“. Aderiscono al club, “no grazie, voglio la Roma…“, anche le giovani promesse Antonio Sanabria e Valmir Berisha: il talento paraguaiano rifiuta la corte dell’Arsenal; mentre il capocannoniere dell’ultimo mondiale under 17, declina l’offerta del Borussia Dortmund. I giorni di rivalsa sono tornati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy