Cassano: “Mi piacerebbe Totti presidente, la Roma non è di Pallotta o Baldini”

Cassano: “Mi piacerebbe Totti presidente, la Roma non è di Pallotta o Baldini”

L’ex giocatore giallorosso aggiunge: “Ranieri adatto per raggiungere la Champions, è una brava persona, non so se potrà iniziare un nuovo ciclo”

di Redazione, @forzaroma

Antonio Cassano, ex giocatore tra le tante anche della Roma, parla ai microfoni di Sky Sport del recente momento giallorosso e dell’avvicendamento in panchina. Inevitabile anche un accenno al suo passato nella Capitale. Queste le dichiarazioni:

Il gol contro l’Inter? Un ricordo meraviglioso. C’era il problema, però, che due partite le facevo bene e sei me ne andavo in vacanza. Era un periodo bello perchè ero giovane. Parliamo di quindici anni fa. Un momento meraviglioso, quella stagione là ho fatto il record di gol: 21. Però non abbiamo vinto niente. Ho dato un dispiacere alla Roma di Ranieri? Con la Sampdoria lottavamo per la Coppa dei Campioni e ci siamo ritrovati a giocare contro di loro. Se il primo tempo fosse finito 5 a 0 non avrebbero rubato nulla. Hanno perso uno scudetto clamoroso, a tre giornate dalla fine. Ranieri adatto per raggiungere la Champions? Sì, è una brava persona, non so se potrà iniziare un nuovo ciclo. Mi piacerebbe vedere sulla panchina una persona di personalità come Donadoni. Mi piacerebbe vedere Totti presidente, lui rappresenta la Roma. E’ intelligente ed equilibrato, affiancato da qualcuno che lo consigli sugli acquisti di calciatori può fare una grande carriera. La Roma è Totti, né Pallotta e né Baldini da Londra. De Rossi? E’ più da allenatore, Totti dice due parole al giorno“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy