Burdisso: “Se la Juve molla un pochino la Roma ne approfitterà. Ed io ci spero”

di finconsadmin

Intervistato dai microfoni di ‘Tuttosport’, Nicolas Burdisso, difensore del Genoa, ha commentato il momento positivo che i rossoblù stanno vivendo: «A Napoli abbiamo ottenuto un ottimo pareggio, e ho avuto la conferma della mia sensazione: più passa il tempo e più questa squadra migliora. Grande merito, però, va a Gasperini, che ha saputo cambiare le carte in corsa, rischiando nel togliere Gilardino, e ha avuto la meglio».

 

ANEDDOTI – «Persino Mourinho, all’Inter, fu costretto a cambiare modulo proprio per non inciampare nel Grifone di Gasperini. Adesso dobbiamo alzare l’asticella e puntare ad un obiettivo prestigioso sì ma che possiamo raggiungere: l’Europa League. Io ci credo e con me tutta la squadra: la reazione dopo la sconfitta nel derby è stata grandissima. Siamo riusciti a svoltare e questo è sotto gli occhi di tutti. Attenzione, però, al Catania e alla sua colonia di argentini: giocheranno con il coltello tra i denti».

 

MONDIALE – «Ho lasciato la Roma per giocare con più continuità, sperando in una chiamata per il Mondiale. Sarebbe un sogno per me e voglio ringraziare Preziosi per l’opportunità. Scudetto? La Juventus è forte, non molla mai e in più ha preso anche Osvaldo che è fortissimo. Ma attenzione alla Roma: se i bianconeri mollano un pochino, i giallorossi sono pronti a balzare al comando. E io ci spero. Thohir? L’Inter senza Moratti fa uno strano effetto, ma l’ingresso di Thohir deve essere accolto con più ottimismo».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy