Borriello: “Potevo andare via ma il destino ha voluto così. Spalmerò l’ingaggio. Porterei Totti in nazionale

di Redazione, @forzaroma

L’attaccante della Roma Marco Borriello ha parlato ai microfoni di SkySport. Queste le parole del numero 88:

 

“Abbiamo una media scudetto, speriamo duri tanto. Ma vincere aiuta a vincere: oltre all’approccio tecnico tattico, l’entusiasmo è alla base di tutto. Sono stato sul punto di partenza ad agosto, volevo continuare un buon lavoro che stavo facendo a Genova. Sapevo che a Roma le gerarchie erano quelle e che sarebbe stato difficile giocare. Ma poi il destino ha voluto che rimanessi qua e mi sento parte integrante della squadra.

 

La spalmatura? Sì, il mio procuratore ne sta parlando con la società, anche io lo sto facendo. Si farà.

 

Gli infortuni di Totti e Gervinho? Francesco è la luce di questa squadra. Gervinho è arrivato con lo scetticismo di tutti, ma poi si è conquistato la fiducia nel giro di tre partite. Sono assenze che pesano, io darò meno qualità di Francesco, magari darò più profondità. 

 

Tornare in nazionale? Te lo dico quando farò 20 gol, devo fare cose straordinarie. Francesco lo porterei, aldilà della qualità: ha un carisma unico, farebbe bene.

 

A questo punto Roma favorita per lo scudetto? Il Napoli e la Juve si sono rinforzate sul mercato, sono loro le favorite. E anche il Milan si rialzerà. La Roma vuole finire tra i primi 5 posti, poi si vedrà.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy