Atalanta-Roma, nemici in campo alleati fuori: ecco gli incroci di mercato passati e futuri

Zukanovic potrebbe essere solo l’inizio. Giallorossi e nerazzurri studiano le trattative per creare un vero e proprio asse tra le società

di Valerio Salviani

Roma e Atalanta, amici mai. Sul campo acerrimi rivali, da sempre. Ma da un po’ di tempo a questa parte, le due società si guardano con occhi diversi. Il quarto posto dei nerazzurri non è un caso. La squadra è notoriamente una fucina di talenti e anche i giallorossi sembrano essersene resi conto. Domenica gli uomini di Spalletti affronteranno una delle squadre più insidiose di questo campionato e per l’occasione porteranno nel viaggio a Bergamo anche qualche osservatore.

TIMIDI APPROCCI – Dopo anni d’indifferenza il primo affare diretto tra le due squadre è stato Ervin Zukanovic, uno dei tre ex che saranno presenti domenica. Gli altri saranno D’Alessandro, diventato di proprietà atalantina dopo anni di prestiti in giro per l’Italia e Toloi, passato da Roma quasi per caso e lasciato andare dopo sei mesi anonimi. Troppo poco per parlare di vero e proprio asse di mercato, ma le due società, soprattutto nell’ultima sessione, si sono avvicinate molto di più di quanto i fatti dimostrino. Gyomber, ad esempio, prima di approdare a Pescara è stato molto vicino a seguire le orme dell’ex compagno Zukanovic, ma la volontà del giocatore ha avuto la meglio. Per Ricci invece l’Atalanta aveva già fissato le visite mediche. All’ultimo Roma e giocatore hanno optato per Sassuolo, operazione che ha infastidito non poco la dirigenza nerazzurra. Kessie, dopo l’ottima stagione a Cesena, ha attirato su di se le attenzioni di Sabatini che aveva provato a portarlo a Trigoria già quest’estate. Forse proprio l’affare Ricci ha complicato le cose e adesso la Juventus sembra in vantaggio.

INCROCI FUTURI – La nuova Roma di Massara vuole riscoprire il mercato italiano. Proprio da Bergamo arrivano due nomi per il futuro: Mattia Caldara, difensore centrale classe ’94 che domenica guiderà la retroguardia di Gasperini, e Andrea Conti, terzino destro dal cognome importante, già autore di ottime prestazioni nella scorsa stagioni. Sono due profili che piacciono molto a Trigoria e per cui il nuovo ds potrebbe fare sul serio già a gennaio. Il nome più importante in ottica Roma, è invece quello del papu Gomez. Nonostante la chiusura del presidente Percassi e l’elevata quotazione, Spalletti apprezza molto il giocatore e i giallorossi proveranno l’assalto. Anche Pinilla è stato spesso accostato ai capitolini e, nel caso si cercasse qualcuno di grado di far rifiatare Dzeko, l’amico del cuore di Nainggolan tornerebbe di certo in voga. Chi potrebbe fare il percorso inverso è invece Iturbe. Già cercato dai nerazzurri quest’estate, dopo il nuovo fallimento a Roma potrebbe recarsi in Lombardia con qualche mese di ritardo, magari entrando proprio nell’affare Gomez. Anche per Alisson si è parlato di un prestito a Bergamo, nel caso in cui la Roma decidesse di mandarlo a giocare. Al momento però non sembra un’opzione percorribile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy