All'Olimpico più denunce e Daspo, ma meno feriti

di Redazione, @forzaroma

Un lieve aumento degli arrestati rispetto all’anno scorso (da 26 a 27), a cui segue un significativo incremento dei denunciati, che da 69 salgono a 133.

I tifosi accompagnati in ufficio nelle fasi pre e post gara variano dai 20 dello scorso anno agli 86 della stagione 2010-2011. È quanto emerge dal bilancio del campionato appena concluso fatto oggi in Questura per quanto riguarda gli interventi volti a garantire la sicurezza dello stadio Olimpico di Roma. È aumentato anche il sequestro di artifici pirotecnici (da 45 a 134). Si registra anche un incremento di sequestri di sostanze stupefacenti (da 13 a 22). Sono invece diminuite le sanzioni inflitte alle società sportive in termini economici.

 

In crescita anche il numero dei Daspo, che salgono da 266 rispetto ai 121 dello scorso anno. I tifosi feriti sono passati da 21 a 14. «Abbiamo rimodulato il dispositivo dell’anno prossimo. Lo scorso anno abbiamo avuto dei riscontri positivi grazie alla società e ad un sistema di rete – ha spiegato il Questore, Francesco Tagliente – inoltre abbiamo solo dato attuazione degli indirizzi ricevuti dal Ministero e dal Prefetto: i tifosi sono una risorsa straordinaria, ma noi procederemo sempre sulla ‘politica del doppio binario’, orientata a garantire la massima accessibilità agli impianti dei tifosi rispettosi delle regole e allo stesso tempo rivolta a sanzionare con rigore gli autori di illeciti».

(ANSA)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy