Ancelotti: “Leziosi nel primo tempo, poi abbiamo fatto meglio della Roma”

Le parole del tecnico partenopeo al termine del match

di Redazione, @forzaroma

Il Napoli dà una lezione alla Roma. All’Olimpico finisce 4-1 per gli azzurri, che si confermano seconda forza del campionato incontrastata. Al termine del match il tecnico Carlo Ancelotti ha raccontato le sue impressioni.

ANCELOTTI A SKY

Se l’aspettava tanta differenza?
(ride, ndc). Io mi aspettavo una prestazione così dalla mia squadra. C’era un buono spirito in allenamento, stavamo bene anche con tutte le assenze. Siamo stati un po’ leziosi, ma poi abbiamo fatto meglio.

Anche cambiando gli interpreti il risultato non cambia.
C’erano giocatori che sono stati utilizzati meno per vari motivi, ma stanno crescendo molto. Verdi mi è piaciuto molto, questo aumenta il tasso qualitativo.

Verdi può diventare il più bravo del Napoli?
Non lo so, è molto bravo. A sprazzi ha dimostrato le sue qualità oggi, poi si è fermato per infortunio, ha perso condizione e autostima. Ma ritroviamo un giocatore importante, è stato un investimento importante che sta dando i suoi frutti.

Siete molto forti mentalmente.
Il pareggio è stato un segnale negativo, ci siamo adattati troppo al ritmo della Roma. Non è stato un caso che il primo tempo sia finita 1-1, anche se doveva finire con un punteggio più ampio. Da quel punto di vista dobbiamo crescere.

Il Napoli cambia pelle spesso e bene.
La costruzione da dietro cambia in base alla disposizione della squadra avversaria. Abbiamo cominciano a tre, avevamo il dubbio se la Roma cominciasse con il 4-3-3. Poi quando Cristante si è messo dietro a Dzeko e abbiamo continuano a costruire con i 3.

Siete favoriti per l’Europa League?
E’ un onore se qualcuno lo pensa, ma c’è un quarto di finale difficilissimo. Sono convinto che ci arriveremo bene, dobbiamo tenere questa concentrazione e intensità.

ANCELOTTI IN CONFERENZA STAMPA

Lei parlava di gestire i momenti. Quanto è cresciuta la squadra in questo aspetto? Come stanno Hysaj e Mertens?
Hysaj si è affaticato l’adduttore, Mertens ha preso un colpo. Nel primo tempo potevamo gestire meglio, dovevamo finire in vantaggio, siamo stati troppo lezioni e abbiamo abbassato il ritmo. Nel secondo tempo invece meglio.

Otto gol in due partite: quanto è importante che stanno entrando in forma i ragazzi che hanno giocando meno come Verdi e Younes?
I giocatori che hanno giocato meno ora sono più freschi, sono molto motivati e stanno dando un contributo supplementare ad una squadra che sta facendo bene. Verdi ha fatto bene, Younes anche, Ounas ha strappato con intensità. Stanno aumentando il livello qualitativo.

Il suo Napoli è stato più maturo nel secondo tempo dopo il gol subito. Come ha visto questo cambio di atteggiamento?
Sono d’accordo, eravamo molto delusi per il finale del primo tempo, ma era legato ad un atteggiamento che poteva essere diverso. Non si finalizzava come invece abbiamo fatto bene nella seconda parte.

È un successo che fa sì che questa squadra sia più matura? Vi mancava un successo in trasferta con una grande, se l’aspettava?
Lo desideravo. I segnali erano positivi, la squadra ha ripetuto quello che avevamo fatto in settimana, avevo visto uno spirito positivo. Queste partite servono per la classifica ma soprattutto aumentano l’autostima. Vincere qui a Roma per noi è importante per crescere l’autostima visto che andiamo ad affrontare un periodo importante.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy