Luis Alberto: “C’è rammarico, abbiamo avuto sfortuna”

Luis Alberto: “C’è rammarico, abbiamo avuto sfortuna”

Le parole dell’autore del pareggio biancoceleste

di Redazione, @forzaroma

Roma e Lazio impattano. Nel primo tempo Kolarov aveva portato avanti i giallorossi, poi il pareggio di Luis Alberto, che ha parlato al termine del match.

LUIS ALBERTO IN ZONA MISTA

“Abbiamo avuto parecchie occasioni per fare gol ed in questo aspetto dobbiamo migliore, ma l’atteggiamento della squadra è stato più che giusto. E’ importante che tutti lavorino per la squadra, con gol ed assist: non importa chi fa cosa. Abbiamo una mentalità nuova perché siamo in un anno importante per noi: sappiamo che siamo sulla strada giusta. Il gol? E’ un’emozione maggiore in una partita come il derby, ma preferivo la vittoria. Dopo la sosta per le Nazionali, la testa sarà alla partita di Ferrara: vogliamo arrivare tra le prime quattro. Abbiamo lavorato bene quest’estate e l’allenatore ha trovato un modo di gioco più vistoso: ora dobbiamo pensare a fare più gol e più punti rispetto all’anno scorso. Ho festeggiato i tre anni alla Lazio con il gol, ma ho dovuto aspettare il VAR: mi mancava un gol in un derby ed oggi è stato molto importante”.

LUIS ALBERTO A LAZIO STYLE CHANNEL

“Abbiamo avuto poca fortuna. Non ci sono stati solamente i quattro pali, ma anche due o tre occasioni in più rispetto alla Roma: una mia, una del Tucu e una di Ciro. Solo questo possiamo avere di rammarico: il fatto di non aver segnato di più. Ringrazio Ciro per l’assist, per noi è importante che ognuno faccia del suo meglio per la squadra. Quest’anno siamo diversi, abbiamo un’altra mentalità e sono sicuro che sia quella giusta. Segnare a un derby? E’ davvero bellissimo. Sono un po’ meno felice per il fatto che non abbiamo vinto, ma sono contento per la squadra. Dobbiamo continuare a lavorare così, perché quest’anno dobbiamo arrivare in alto, al quarto posto. Ora c’è la sosta e poi di nuovo testa a Ferrara. Abbiamo lavorato molto bene quest’estate, il mister ha ritrovato un calcio più vistoso. Però dobbiamo vincere, perché giocare bene non basta. Vogliamo fare più gol dello scorso anno e portare a casa più punti. L’esultanza? Avevo un po’ d’ansia per il fatto del Var, ormai non si è mai sicuri. Ho buttato un po’ d’acqua verso la panchina, che oggi faceva davvero caldo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy