Juve, Evra: “L’avversario più pericoloso siamo noi stessi”

Il terzino francese a Sky Sport: “La crisi iniziale era un problema psicologico”

di Redazione, @forzaroma

La rinascita della Juventus, salita dall’ “inaccettabile” 14/o posto al quarto, a tre punti dalla vetta, ha una spiegazione semplice per Patrice Evra: “Era un problema psicologico, abbiamo smesso di lamentarci ed abbiamo riformato una famiglia“. Il difensore francese, intervistato da SkySport, vede un futuro radioso per i bianconeri. “Se facciamo il massimo, centriamo i nostri obiettivi“. Perchè – spiega – l’avversario “più pericoloso per la Juventus è … la Juventus. Non lo dico per arroganza: lo penso, ho totalmente fiducia nei miei compagni. Possiamo fare qualcosa di grande, ma non siamo ancora la vera Juve: la vera Juve vince il campionato, è a fine anno che dobbiamo parlare“. Evra è ottimista anche per la Champions: “Non credo che il Bayern abbia fatto i salti di gioia quando è uscito il nostro nome al sorteggio degli ottavi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy