Gasperini: “Oggi c’è voluta una grande Atalanta. E c’è rammarico per non aver vinto”

Le parole del tecnico nerazzurro al termine del match

di Redazione, @forzaroma

Gol e spettacolo all’Azzurri d’Italia tra Atalanta e Roma. Gianpiero Gasperini, tecnico dei bergamaschi, ha raccontato le sue impressioni al termine della partita.

GASPERINI A SKY

Non puoi sempre vivere su queste montagne russe tutta la vita, ti fa male alla salute…
È vero (ride, ndr). Oggi paradossalmente nel primo tempo per demerito nostro abbiamo concesso spazi anche dopo le nostre occasioni da rete. C’è voluta una grande Atalanta per recuperare.

Come si spiega una sceneggiatura tattica così diversa?
A parte la bravura della Roma, noi abbiamo sbagliato delle scalate e delle uscite che hanno aperto il campo. Eravamo sbilanciati con più uomini, soprattutto in certe zone del campo che gli permettevano di ripartire. Di solito non concediamo così tanto. Nel secondo tempo siamo stati più precisi. In attacco avevamo avuto occasioni anche nel primo tempo, nella ripresa quasi il rammarico di non averla vinta…

Cosa ha pensato tra il rigore e il gol?
Con i rigore abbiamo un problema… Non riusciamo a tirarlo dentro, poi dopo 46′ Duvan ha fatto un grande gol. Avevamo la fiducia, il trend della partita era dalla nostra parte, sapevamo di poter raddrizzare il risultato.

Ora si pensa solo a divertirsi o anche alla classifica? Magari viene il braccino… Sei a questo bivio.
Io tengo solo d’occhio la classifica, gioco al calcio per ottenere i massimi risultati. Oggi abbiamo fatto errori che ci capitano per la prima volta, ma oggi sono una ventina di partite che facciamo tanti gol. Questo ci mette nelle condizioni di recuperare certe partite, ma i risultati con le grandi si fanno con i gol.

Questa squadra reagisce anche alle difficoltà individuali. Anche nei giorni in cui Ilicic torna a fare la nonna…
È mancata nel primo tempo la qualità sul tiro e sul passaggio. Questi giocatori non è che ogni volta possiamo aspettarci che faccia la cosa giusta, ma ci aspettiamo che prima o poi la facciano. È un po’ lo spirito di Duvan, che ha sbagliato il rigore e poi è partito come una furia per il 3-3.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy