Guberti: “Roma e Samp ancora non hanno parlato. Con progetto valido rimarrei anche in B”

di Redazione, @forzaroma

Stefano Guberti, centrocampista in comproprietà tra Roma e Sampdoria, ha detto la sua in merito alla propria situazione di mercato.

Ecco le sue parole a Radio Sportiva:

Retrocessione – “Non l´ho ancora metabolizzata, non era prevista invece abbiamo sbagliato molte partite importanti, tanti scontri diretti in casa che ci hanno condannati. Le cessioni di Cassano e Pazzini? Non è stato solo quello, sarebbe riduttivo parlare solo di loro: così come il quarto posto non era solo merito loro. Ci sono stati tanti problemi, forse ci eravamo montati un pò la testa: anche con loro due all´inizio eravamo a metà classifica, i problemi sono stati molti e non li abbiamo saputi risolvere”.

Samp o Roma? – “Posso dire poco perchè le società non si sono ancora parlate. Non avrei problemi a restare anche in B se ci fosse un progetto per risalire subito. L´interesse delle società di A mi fa piacere, ma dovrei prima parlare con la Smap. Chievo e Catania che hanno parlato col mio procuratore ma senza fare offerte. Spero che non si vada alle buste.

Luis Enrique? Mi affascina molto il suo progetto, sarebbe interessante vedere come lavora per capire come ha fatto il Barca a diventare la squadra più forte del mondo”.

Atzori – “Bisogna vedere anche gli acquisti che faranno, non so se rientro nei piani del nuovo allenatore: devo ancora capire le loro intenzioni. Palombo? Fondamentale che sia rimasto, testimonia il fatto che sarà il capitano fino a fine carierea. E´ un ottimo punto di ripartenza, in Serie B è uno che fa la differenza”.

Juve – “Ho conosciuto il mister Conte a Bari, la Juve era il suo sogno: gli faccio un grosso in bocca al lupo spero facia un grande campiobtao. Serve però un progetto più lungo, perchè molti campioni non si convincono senza partecipare alla Champions. Se mi ha chiamato? Solo per farmi gli auguri, la Juve ha altri obiettivi non certo me”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy