Chi è Unai Emery, l’allenatore che Baldini e Sabatini avevano in mente per la nuova Roma

di finconsadmin

(di Massimo Limiti) “Non fare uscire questo nome, altrimenti ce lo bruci…” è stato detto dai nuovi dirigenti della Roma a chi aveva indovinato l’allenatore sui quali, a fari spenti, si erano gettati.

Il giovane allenatore spagnolo, seguito da tempo da Sabatini, era stato fatto contattare da un agente Fifa internazionale, ed aveva dato il suo assenso. E’ passato troppo tempo, però, da quella telefonata e così ieri Emery ha firmato il rinnovo del contratto con il Valencia.Unai Emery è nato a Fuenterrabìa in Spagna il 3 novembre del 1971 ed è uno degli allenatori emergenti del calcio spagnolo.

 

Dopo una carriera da modesto calciatore passato nelle serie minori spagnole, nel 2004/2005 diventa allenatore del lorca con cui ha chiuso la carriera da giocatore. Porta il club in Segunda e poi lo trasforma nella rivelazione della stagione mancando per un soffio la nuova promozione. Nel 2006/2007 passa all’Almeria con cui raggiunge la promozione in Liga grazie al 2° posto in seconda divisione e si aggiudica il premio Marca come miglior allenatore della stagione 2006/2007.

 

Nel 2007/2008 porta il suo Almeria fino all’ottavo posto in classifica risultando la seconda miglior neopromossa di sempre.

Lui si mette in mostra grazie alla grande preparazione e alla cura maniacale dei particolari, non a caso proprio lui e Marcelino del Racing Santander hanno mostrato le cose migliori tatticamente parlando in quella stagione.

Nel 2008/2009 il Valencia, in piena crisi, ha puntato forte su di lui per la rifondazione offrendogli un biennale e la possibilità di avere in rosa ancora (per pochi anni) big come Silva e Villa.

La stagione comincia con la sconfitta in Supercoppa di Spagna contro il Real Madrid per 6 a 5, ma un ottimo inizio di campionato fa ben sperare. Il rendimento della formazione allenata da Unai Emery poi non si mantiene sui livelli iniziali e il torneo si conclude al sesto posto, valido per la qualificazione alla nuova Europa League.

È, però, la crisi finanziaria a preoccupare maggiormente i sostenitori del club. Nel 2009/2010 porta il Valencia al terzo posto, e si ripete nella Liga da poco conclusa con nove punti sulla quarta, e alle spalle dei fenomeni di Barça e Real.

In Champions League gli uomini di Emery sono stati eliminati agli ottavi di finale dallo Schalke 04.

Unai Emery gioca con un rigoroso 4-3-3 ed è un amante del calcio offensivo e da sempre le sue squadre segnano molto. Quest’anno l’attaccante più prolifico è stato Roberto Soldado che ha chiuso la stagione con un bottino di 18 gol in campionato,6 in Champions League e 2 in Coppa Del Re.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy